| categoria: editoriale

Il mondo guarda alla Catalogna e non capisce

Catalogna caos, non si capisce in quale percentuale entri il cuore, il pathos, il sogno e in quanta invece il cinico calcolo nel maturare di una situazione che ha dell’incredibile nell’attuale scenario geopolitico. Evitiamo i discorsi tecnico-politici, quelli storici. Restiamo con i piedi per terra e cerchiamo il buon senso, la saggezza degli antichi. Qualche giorno fa in un dibattito televisivo abbiamo colto al volo la riflessione di un grande vecchio della politica italiana, l’arguto Cirino Pomicino. Che con il suo consueto garbo non ha voluto suggerire altre soluzioni che un compromesso che congeli la situazione consentendo recuperi da una parte e dall’altra. Fermare l’orologio e intanto deporre le armi per uscire da una situazione che obiettivamente danneggia tutti. Pensiamo all’Alto Adige e a quello che sarebbe potuto succedere in tempi ormai lontani (ci sono state le bombe, ma le nuove generazioni non lo sanno) se non fossero prevalse soluzioni politiche. In Venezia Giulia è un’altra storia. E si trattava in ogni caso dei postumi di una guerra. In Catalogna è tutt’altra cosa, l’autonomia/indipendenza ha altre valenze. Eppure oggi ci si indigna per la reazione muscolare della polizia, dell’esercito di fronte alla ribellione senza armi del referendum. si denunciano le violenze dei reparti speciali. Ma diceva bene Cirino Pomicino. Perché non è stato un atto di violenza quello di forzare la mano per una sorta di secessione? Una violenza nei confronti del resto della Spagna, nei confronti degli abitanti della Catalogna che non vedono affatto la necessità della separazione? Non è violenza mettere in crisi il paese di fronte al mondo, indurre delle prese di posizione da parte degli europartners, della Unione Europea? Ci devono essere delle ragioni ben serie e profonde per scardinare uno stato che dopo aver superato una grave crisi si era rimesso a correre. Troppi interrogativi. Il mondo guarda a Barcellona e non capisce.

Ti potrebbero interessare anche:

Quanto costerà il no del professore alle unioni gay?
Se Renzi assomiglia troppo all'imitazione che ne fa Crozza
Maledetta sanità, difficile uscirne con le mani pulite
Siamo un paese che vive di rancore ideologico?
E bravo Conte, la squadra operaia e vincente che non ti aspetti
Una cosa gli italiani l'hanno capita: si vota per o contro Renzi



wordpress stat