| categoria: sport

SUPER SAMP, BATTE ATALANTA E VEDE L’EUROPA

Vittoria in rimonta per la Sampdoria che regala un tempo all’Atalanta, in gol con Cristante, ma ribalta il risultato con Zapata, Caprari e Linetty nella ripresa e sogna l’Europa. Va così a Giampaolo il derby con l’ex genoano Gasperini che batte a livello tattico grazie ai cambi di Linetty e Caprari nel secondo tempo per Verre e Ramirez ai quali il tecnico piemontese, che tiene Gomez in panchina per un’ora, non riesce a ribattere. Ritmi subito alti e Sampdoria pericolosa dopo appena due minuti complice un errore di Berisha ma Quagliarella non ne approffitta. È però un fuoco di paglia per i padroni di casa. L’Atalanta prende in mano le redini del gioco e in poco tempo colleziona tre palle gol con Puggioni che si oppone in due occasioni a Ilicic prima e Freuler poi, mentre una terza conclusione di Cristante termina fuori. I blucerchiati soffrono e sulla sinistra sono in balia degli avversari dove Verre non riesce a frenare Spinazzola. Proprio da Spinazzola arriva il cross per il vantaggio degli ospiti. Il pallone del numero 37 nerazzurro dalla trequarti di sinistra è perfetto per l’inserimento di Cristante che sorprende da dietro la difesa sampdoriana e batte di testa Puggioni. Due minuti dopo lo stesso Cristante si divora letteralmente il gol del raddoppio, calciando a lato. L’intervallo porta consiglio a Giampaolo che inserisce Caprari e Linetty e la gara svolta a favore dei blucerchiati. La Sampdoria ribalta il risultato dall’11’ al 22′. All’11’ premiata la caparbietà di Quagliarella che dopo aver superato anche Berisha dal fondo rimette in mezzo per Zapata che di testa appoggia in rete. Tre minuti dopo cross di Strinic in area per Caprari che in tuffo di testa fa 2-1. Gasperini così corre ai ripari inserendo Gomez per De Roon. Ma la Samp fa 3-1 con Linetty che servito da Praet in area si libera di un difensore e con un tiro ad incrociare segna. Nemmeno Gomez, pericoloso in più occasioni dal limite riesce però a riaprire i giochi per l’Atalanta. Nel finale c’è tempo per una doppia parata di Puggioni su Cornelius e soprattutto per una polemica a distanza tra la Gradinata Sud e Gasperini che risponde ad un coro di insulti salutando ironicamente i tifosi blucerchiati. Ma la festa è tutta dei padroni di casa che volano in classifica e sognano un posto in Europa.

Ti potrebbero interessare anche:

Inter, Zanetti, infortunato a 40 anni, rinnova e ringrazia la società
Ci risiamo con il calcio-scommesse?Si parla di undici gare truccate
Hernanes-Icardi, Roma ko e l'Inter sogna l'Europa
CANOTTAGGIO/ Favola Italia, il "quattro senza" torna oro mondiale
Lazio, divieto di trasferta a Napoli per i tifosi biancocelesti: «Rischio elevato»
ROMA DURA UN TEMPO, POI C'È SOLO LO SHAKTHAR



wordpress stat