| categoria: In breve

Cade l’accusa di omicidio per l’oste che uccise un ladro a Lodi

Si sono chiuse le indagini che riguardavano Mario Cattaneo, oste di Casaletto Lodigiano che il 10 marzo scorso uccise uno dei ladri che erano entrati nel suo ristorante-tabaccheria durante una colluttazione. La pm è passata dal contestare un’ipotesi di omicidio al solo eccesso colposo di legittima difesa.

Non ci era voluto molto perché i sindaci della zona lanciassero una campagna (Io sto con Mario) in difesa del ristoratore. Viene ora derubricata l’accusa iscritta nel registro delle indagini dopo l’uccisione del 32enne ladro di origini romene.

Cattaneo, 67 anni, sparò allaschiena con un fucile all’uomo, mentre in quattro si erano introdotti nel suo locale alle 3.40. L’uomo, che abita al piano superiore rispetto all’Osteria dei Amis, era subito sceso in cortile insieme al figlio.

Le indagini erano partite per chiarire la dinamica dei fatti, dopo che l’uomo aveva spiegato che il colpo era partito perché i ladri avevano “tirato la canna del fucile”, mentre il figlio aveva sostenuto che il padre avesse sparato.

L’avvocato Mario Stochino, che difende l’oste, ha già detto che presenterà una memoria difensiva o una richiesta di interrogatorio. L’uomo – dice – scese nel cortile di proprietà armato per difendere la famiglia e non per sparare. La dinamica è stata chiarita da Ris e consulenti di parte.

Ti potrebbero interessare anche:

Quirinale: Napolitano celebra festa nazionale dei Vigili del fuoco
Divorzio breve, ok della Camera al testo. Ora tocca al Senato
FEDERLAZIO/ Incontro Pmi-Regione sulla logistica
Piscina di Barbareschi a Filicudi,5 indagati
Gran Sasso, tutti pronti per l'apertura degli impianti sciistici
REGIONALI/ Lady Mastella prende 10213 voti ma non è eletta



wordpress stat