| categoria: attualità

Orrore in Somalia, neutralizzato commando. Almeno 23 i morti nell’attacco

310x0_1509211530749_AP17301577872526E’ strage nella capitale somala, teatro ieri di una serie di esplosioni. Tra le vittime anche un neonato. Almeno 23 i morti e oltre 30 feriti CondividiTweet Somalia, autobomba esplosa a Mogadiscio Somalia, autobomba esplode davanti a un hotel a Mogadiscio
Morti tre degli assalitori, catturati gli altri due, dopo l’attacco di Al Shabaab all’hotel Nasa-Hablod di Mogadiscio che ha causato almeno 23 morti e oltre 30 feriti. Le vittime dell’attacco all’hotel sono per lo piu’ poliziotti ma in serata i soccorritori hanno trovato i corpi di una donna e di tre bambini, uno dei quali un neonato, uccisi con un colpo d’arma da fuoco alla testa. Cronaca di un giorno di sangue Un’autobomba guidata probabilmente da un kamikaze è esplosa davanti all’hotel, vicino al palazzo presidenziale. Pochi minuti dopo è stata udita una seconda esplosione nella stessa area, vicino all’edificio dell’ex parlamento. Poi, ancora nella stessa zona, una terza deflagrazione. Una fonte ufficiale della polizia ha precisato che si tratta di un kamikaze che si è fatto saltare in aria. Terroristi asserragliati nell’hotel Nasa-Hablod Dopo la prima esplosione si sono anche udite raffiche di armi da fuoco all’interno dell’albergo, il Nasa-Hablod, frequentato da politici e funzionari di governo. I terroristi che hanno attaccato l’hotel si sono asserragliati all’ultimo piano dell’edificio e hanno lanciato granate contro la polizia che li sta affrontando, ha riferito un capitano della polizia somala, Mohamed Hussein. I terroristi hanno anche tagliato l’elettricità all’hotel. Una donna e 3 bambini tra le vittime Le vittime dell’attacco all’hotel sono per lo piu’ poliziotti ma in serata i soccorritori hanno trovato i corpi di una donna e di tre bambini, uno dei quali un neonato, uccisi con un colpo d’arma da fuoco alla testa. 30 persone intrappolate nell’albergo Oltre 30 le persone rimaste per ore intrappolate nell’albergo. Gli assalitori erano cinque e due sono stati uccisi, ha detto il capitano di polizia Mohamed Hussein. Fra le persone intrappolate ci sono responsabili di governo. L’hotel Nasa-Hablod era stato attaccato lo scorso 26 giugno con le identiche modalità. Allora i morti furono 15. La rivendicazione di Al Shabaab L’attentato è stato rivendicato dalle milizie jihadiste di Al Shabaab, che spesso hanno colpito obiettivi civili nella capitale somala. La strage di 2 settimane fa Due settimane fa oltre 350 persone sono rimaste uccise e centinaia ferite in un attentato sferrato con un camion-bomba in una trafficata strada della capitale somala, sempre di fronte all’edificio di un hotel, che è crollato. La strage è stata la peggiore di sempre a Mogadiscio.

Ti potrebbero interessare anche:

Il senso della vita (video)
IMMIGRAZIONE/ Al Cie di Ponte Galeria dopo le bocche cucite è sciopero della fame
Yara: fermo non convalidato, ma Bossetti resta in carcere
Il Papa a San Pietro: «Scandalo divario tra poveri e ricchi»
Aiuti e seimila euro a migrante, ma Salvini boccia l'Ue
Lancet: "Popolazione Italia dimezzata nel 2100"



wordpress stat