| categoria: sport

MONTELLA SUPERA TEST SASSUOLO, MILAN RIMANE SUO

Il Milan vince in modo convincente, rialza la testa e rafforza la posizione di Montella che passa in modo abbastanza agevole l’esame del Mapei Stadium. Non è mai stata una partita banale quella tra Sassuolo e Milan. E anche questa sera c’è stata la conferma. Ma ad invertire la rotta e a dare un senso soprattutto al risultato finale, è stata la formazione rossonera che aveva perso tre delle quattro sfide al Mapei Stadium. Una vittoria senza se e senza ma, che allontana le nubi sul cielo rossonero, mettendo al tempo stesso in grave imbarazzo la dirigenza del Sassuolo (terzo ko di fila) che adesso dovrà riflettere sul futuro dell’allenatore Bucchi. Un successo convincente quello del Milan che tra alti e bassi ha dimostrato la propria superiorità rispetto ad un avversario come sempre in difficoltà nell’area avversaria (1 solo gol segnato in casa in 6 gare giocate). In avvio di gara, Montella schiera davanti Kalinic, assistito alle spalle da Suso e Calhanoglu. Bucchi insiste nel 4-3-3, con Falcinelli che vince ancora il ballottaggio con Matri, assente Berardi, gioca Ragusa con Politano sul corridoio di sinistra. Novità, l’impiego di Cassata in mezzo, l’esclusione di Magnanelli sostituito in cabina di regia da Mazzitelli. Gara che stenta a decollare. Al 14′ Montella devo ricorrere alla panchina per sostituire l’infortunato Calabria. Entra Abate. Un minuto dopo occasione per la formazione di casa: Mazzitelli servito da Politano calcia di prima intenzione, Donnarumma intercetta il pericoloso diagonale. È un buon momento per il Sassuolo che non riesce ad essere incisivo. Prima dell’intervallo dopo una prima parte avara di emozioni, il vantaggio del Milan. Prima Kessie serve Kalinic che impegna di testa Consigli. Sul conseguente calcio d’angolo, Calhanoglu calcia verso l’area del Sassuolo: una deviazione cambia la traiettoria della palla, Romagnoli salta in anticipo sul portiere Consigli e firma la rete milanista. Protestano quelli del Sassuolo, ma non sembra esserci fallo sul portiere da parte di Romagnoli. Il Sassuolo subisce il contraccolpo e non riesce a reagire. Nella ripresa il Milan vuole mettere subito al sicuro il risultato. Al 2′ Suso serve Kessie il quale impegna Consigli. La gara si accende, il Sassuolo dà l’impressione di poter interpretare nel modo migliore la gara, ma non riesce a trovare varchi nella difesa milanista. Bonucci si prende un giallo al 9′ per una trattenuta su Falcinelli scattato sul filo del fuori gioco. Bucchi intanto gioca la carta Matri al posto di Cassata e il Sassuolo passa al 4-4-2. Al 15′ è giusta la decisione di Damato che non intravvede gli estremi del rigore nel contatto in area tra Borini e Ragusa. Il raddoppio del Milan arriva forse nel migliore momento dei sassolesi. Borini lancia Suso che evita l’intervento di Peluso e con un sinistro velenoso sorprende Consigli che nulla può su una prodezza del genere. Il Milan riacquista sicurezza e legittima il doppio vantaggio con una graduale predominio a tutto campo. Il Sassuolo è alle corde e non riuscirà più ad impegnare Donnarumma. (ANSA). YLH 05-NOV-17 23:08 NNNN

Ti potrebbero interessare anche:

Juve soffre con l'Udinese, la festa arriva solo al '91
CALCIO/ Non solo Reja e Gasperini: ok il cambio è giusto
Mancini non perde tempo, è rivoluzione Inter
Lazio, divieto di trasferta a Napoli per i tifosi biancocelesti: «Rischio elevato»
MOTO/ Rossi è carico, "bello tornare dopo due mesi di stop"
Rio: Bolt d'oro, è sempre lui il re



wordpress stat