| categoria: sport

Mondiali paralimpici: Bebe Vio, medaglia d’oro nel fioretto individuale

194356095-d9c25e74-aa78-464c-a6bb-61c28c834eebE’ ancora Bebe Vio la star della scherma paralimpica italiana e mondiale. L’atleta azzurra ha vinto la medaglia d’oro nel fioretto individuale, categoria B, alla rassegna iridata paralimpica di scherma in corso all’Hilton Rome Airport di Fiumicino.

Dopo aver battuto nei quarti la georgiana Irma Khetsuriani (15-5) e in semifinale la russa Irina Mishurova (15-1), in finale l’azzurra ha battuto l’altra russa Viktoria Boykova con il punteggio di 15-3. Per la Vio, campionessa olimpica in carica per il successo ottenuto lo scorso anno a Rio de Janeiro, si tratta del secondo oro mondiale dopo quello conquistato due anni fa a Eger, in Ungheria.

“Jovanotti mi ha mandato la sua nuova canzone, sono contentissima. E’ stato bello sentire il suo inedito e canticchiarlo nella mia testa durante la gara, anche se avevo paura che si potesse capire qualcosa. Mi è servito tanto, il testo ha un grandissimo significato: Lorenzo è un grande e lo ringrazio”. Sono le prime parole di Bebe Vio nella conferenza stampa successiva al suo trionfo.

“E’ l’ennesimo successo di una straordinaria atleta, la conferma di una grande campionessa, un grillo in pedana”. Il presidente del Comitato italiano paralimpico Luca Pancalli commenta così il trionfo di Bebe Vio. “Oggi era molto emozionata, ma lei traduce tutto in energia e carica. Cosa altro può fare dopo due ori mondiali e un successo olimpico? Bebe può fare tutto”.

Alessio Sarri, invece, conquista la medaglia d’argento nella spada maschile categoria B, alla sua “prima” nell’arma non convenzionale, fermandosi solo in finale al cospetto del plurititolato inglese Dimitri Coutya. Per l’atleta romano la soddisfazione per la medaglia d’argento arriverà solo dopo aver smaltito il rammarico per aver subìto la rimonta dal 14-12 in suo favore, sino al 15-14 con cui il britannico ha chiuso la gara conquistando la vetta del podio iridato. In precedenza, Alessio Sarri aveva sconfitto in semifinale per 15-13 il francese Yannick Ifebe dando così continuità ai successi ottenuti contro il tedesco

Cheema per 10-9 e poi cotro il bielorusso Pranevich per 15-13 e, ai quarti contro il russo Konstantin Beych col punteggio di 15-9.

Nella stessa gara Gabriele Leopizzi è invece uscito sconfitto dal primo match di giornata contro l’ungherese Istvan Tarjanui per 15-5, mentre Michele Vaglini è stato eliminato dopo la fase a gironi. Italia fuori dal podio nel fioretto femminile categoria A e nella sciabola maschile categoria A.

Ti potrebbero interessare anche:

La Roma ci ricasca e impatta all'Olimpico con la cenerentola Pescara
Doping, i Nas trovano farmaci (sospetti?) nell'albergo di Powell
CICLISMO/ Uran a sorpresa, tappa e maglia rosa
SERIEB/ Varese, vandali allo stadio, segate porte e distrutto prato. Salta la partita
Fiorentina, Gomez-Vargas, Dinamo ko. E' semifinale
È morto Johan Cruyff, una delle leggende del calcio



wordpress stat