| categoria: Roma e Lazio

Incendio al campo di Salone: dopo gli insulti ai Rom, bruciano 2 baracche

Un incendio notturno ha mandato in cenere due baracche del campo nomadi di via di Salone, dove martedì 7 novembre Polizia e Carabinieri avevano passato al setaccio ogni abitazione, persona e mezzo di trasporto. I controlli erano stati effettuati per trovare armi e droga, dopo che due giovani Rom di origine bosniaca erano stati accusati di aver legato e stuprato due 14enni romane in zona Collatino.Il campo Rom di via di Salone è da giorni coinvolto nella bufera generata dal caso di cronaca risalente a marzo: all’ingresso delle abitazioni, nei giorni scorsi, erano comparsi striscioni contro i nomadi.
Giovedì 9 novembre, inoltre, l’Associazione Nazione Rom ha annunciato che la comunità avrebbe organizzato una marcia contro la violenza e il razzismo. Dissociandosi dagli stupratori delle ragazzine, gli abitanti del campo rom hanno ricordato che un crimine non dipende dall’etnia, ma dalla volontà della singola persona.

Ti potrebbero interessare anche:

Marino in Procura, consegnati documenti del Campidoglio a Pignatone
ROMA/ Monteverde, si stacca un fronte della collina: i massi finiscono nella camera da letto
Due donne in cabina del tram, l'Atac apre un'inchiesta
Campidoglio: si dimette l'assessore al Bilancio Silvia Scozzese
Ennesimo rogo al campo nomadi di via Candoni
Blitz della Municipale nei locali attorno a Fontana di Trevi, pioggia di sanzioni



wordpress stat