| categoria: sport

ALL’UDINESE BASTA UN TEMPO, BENEVENTO BATTUTO

Basta un primo tempo all’Udinese per avere ragione di un Benevento troppo debole per poter ambire a raccogliere punti in Friuli. Decisivo Barak, autore di un gol e un assist nell’azione del raddoppio, per mettere in cassaforte i tre punti, prima di un secondo tempo sottotono dei padroni di casa. Oddo conferma per nove undicesimi la formazione vincente lunedì a Crotone, costretto a due cambi obbligati in difesa per Angella e Samir. De Zerbi schiera un 3-4-2-1 con Puscas punta. L’Udinese sblocca subito la partita e si porta in vantaggio già al 5′ con Barak, uno dei migliori in campo, che riceve un cross dalla sinistra, controlla il pallone a centro area e di sinistro supera Brignoli. L’Udinese sfiora il raddoppio poco dopo con una traversa centrata da Ali Adnan su punizione. Poi la partita si addormenta, l’Udinese cala il ritmo e il Benevento mostra un divario troppo evidente per poter impensierire Danilo e compagni. L’unico rischio la squadra di casa lo corre al 27′, quando Bizzarri si fa sorprendere da un tiro da fuori di Letizia. La respinta dell’estremo portiere friulano è incerta, ma si salva sulla ribattuta di Puscas. Prima dell’intervallo l’Udinese riesce ad arrotondare il vantaggio grazie a una nuova incertezza della difesa ospite. Barak ci mette ancora una volta lo zampino: il ceco lavora un pallone al limite dell’area allargando sulla sinistra per Lasagna. Il controllo non è dei più agevoli ma l’attaccante bianconero riesce ad aggiustarsi il pallone sul sinistro e a far partire un diagonale che beffa per la seconda volta Brignoli. Nella ripresa i ragazzi di De Zerbi provano a reagire, in particolare con un tiro di Memushaj che torna a chiamare in causa Bizzarri, ma la mira degli ospiti non è delle migliori e il risultato non viene mai messo davvero in discussione. Eppure la difesa dell’Udinese evidenzia qualche incertezza di troppo, in un secondo tempo in cui rimane troppo schiacciata nella sua metà campo. Un calo di concentrazione e aggressività. Tanti errori e imprecisione nei passaggi. Poca aggressività sotto porta rischiano di ridare ossigeno al Benevento. Ultimo brivido in pieno recupero quando Bizzarri prende con le mani in area un retropassaggio di Balic e regala una punizione a due in area al Benevento. Armenteros spreca tutto sparando alle stelle.

Ti potrebbero interessare anche:

CALCIO/Aquilani tris non basta, Genoa ferma Fiorentina
Addio Parma. Tra regole e ripescaggi è corsa ad un posto in Serie B
F1/ Vettel riapre alla speranza. Ferrari, 6 gp per sognare
Basket, LeBron James nella storia: 25mila punti nell'Nba
Spalletti deluso, la Roma non ha provato a vincere
Bundesliga è tornata, battuto record di ascolti in tv



wordpress stat