| categoria: sport

Juve batte Roma 1-0 Bianconeri a meno 1 dal Napoli

3446195_2127_juventus_vs_roma_jpg_pagespeed_ce_UOCyo3q9Yy
La serie maledetta sembra non finire mai: la Juve vince 1 a 0 nel posticipo (cioè con lo stesso punteggio degli ultimi 2 campionati) e la Roma cade ancora allo Stadium, dove non ha mai preso nemmeno un punto. E’ l’8° ko consecutivo, il 7° in campionato da sommare a quello in Coppa Italia che aprì la raffica di sconfitte. Di Francesco, insomma, riceve lo stesso trattamento che a Torino è stato riservato a Luis Enrique, Zeman, Garcia e Spalletti. Così i giallorossi, pur restando al 4° posto e con la partita contro la Sampdoria da recuperare il prossimo 24 gennaio a Marassi, sono più lontani dalla vetta: il Napoli leader è a più 7, i campioni d’Italia a più 6 e l’Inter sempre a più 2.

Anche se sul risultato pesa l’errore di Schick nel recupero, la Roma non è riuscita a essere se stessa per 2/3 del match. La Juve, con Dybala per il 3° match consecutivo di campionato a guardare i compagni dalla panchina, si è comportata da squadra. E Allegri ha vinto il duello con Di Francesco, confermando il centrocampista in più che gli ha permesso di ritrovare l’equilibrio smarrito ad inizio stagione: da 5 partite ha rinunciato a una punta e da 8 non prende gol. Si difende con iol 4-5-1 che salta Pjanic da regista. Di fronte all’ex giallorosso e ai gregari Khedira e Matuidi, sbandano Nainggolan, De Rossi e Strootman. I giallorossi non crollano grazie alle parate di Alisson e alle chiusure di Fazio.

Tagliavento va in confusione nel primo tempo. Non c’è l’angolo da cui nasce il gol decisivo della Juve. Non concede il rigore ai bianconeri per il fallo di Alisson su Higuain. L’ex Benatia firma il successo. La miglior difesa del campionato si distrae, come contro il Torino in Coppa Italia, ancora su palla inattiva. Alisson salva sul colpo di testa di Chiellini e sul 1° tentativo di Benatia, deviando sulla traversa prima di arrendersi. Fino all’intervallo non c’è traccia dei giallorossi. Che, per la verità, si svegliano solo nel finale della gara. Quando entrano Schick, Pellegrini e Under e la Roma attacca con il 4-2-4. Florenzi prende la traversa (17° , lo imita Pjanic. Szczezny, il 3° ex della serata decisivo come Benatia e Pjanic, devia in angolo il colpo di testa di Under e soprattutto ipnotizza Schick nel recupero. Di Francesco perde il 3° scontro diretto del girone d’andata dopo quelli contro l’Inter e il Napoli che ovviamente incidono nella corsa scudetto.

Ti potrebbero interessare anche:

La Pellegrini sceglie la Francia:"Disposta a tutto per tornare me stessa"
Prandelli, ora Totti da Mondiale. Patto con Balotelli
Gol e spettacolo, la Roma batte il Napoli all'Olimpico
F1, sopresa, per ora la Ferrari di Vettel è la più veloce
CALCIOSCOMMESSE/ Nuovi sviluppi, giustizia sportiva in moto
Muriel decide il derby della lanterna, Samp in paradiso



wordpress stat