| categoria: sport

Coppa Italia, Lazio-Fiorentina 1-0: Lulic decisivo

54a61755b09e29101ebea168ebf17ef9-U202182049561Go-U240479744156huG-620x349@Gazzetta-Web_articoloÈ la Lazio la prima semifinalista di Coppa Italia. La squadra di Inzaghi si impone sulla Fiorentina dell’ex Pioli grazie a un gol di Senad Lulic in avvio della gara, ma deve soffrire sino all’ultimo secondo dei 3 minuti di recupero della ripresa per abbracciare la vittoria. Lotta con tenacia la Fiorentina, reduce da sette risultati utili tra campionato e Coppa Italia: non sa però confezionare l’acuto per battere Strakosha, che è in gran serata.Entrambe le formazioni passano dal turnover verso il campionato. Inzaghi rilancia dal primo minuto Basta e Felipe Anderson. Marusic e Luis Alberto partono dalla panchina, come Immobile reduce da influenza. Al centro dell’attacco tocca a Caicedo. Tornano titolari Bastos e Radu: a riposo col Crotone. Pioli apporta cinque novità rispetto alla squadra che ha vinto a Cagliari: dal primo minuto, ecco Dragowski, Gaspar, Sanchez, Saponara e Babacar. Le due squadre si ritrovano all’Olimpico dopo la sfida di campionato del 26 novembre: al gol di De Vrij replicò al 49’ s.t. Babacar su un rigore molto contestato. La Lazio colpisce al primo vero affondo: al 6’, Milinkovic ispira lo scatto di Lulic sulla sinistra. Il capitano biancoceleste si libera di Gaspar in dribbling e infila Dragowski con un tocco angolato. La Fiorentina prova a reagire subito: all’8’, il diagonale di Gaspar è di poco a lato. Al 13’, la squadra di Inzaghi va vicino al raddoppio: sulla conclusione di Caicedo c’è Gaspar a salvare sulla linea. Al 17’, botta di Milinkovic parata da Dragowski. Si ferma Caicedo per guai muscolari: al 26’, Inzaghi fa entrare Immobile. La Fiorentina avanza il suo raggio d’azione, ma la Lazio amministra agilmente la manovra. Alla mezzora, bella combinazione in velocità: da Felipe Anderson a Immobile che conclude alto. Le giocate del brasiliano mettono in difficoltà la difesa viola. Al 39’, ghiotta chance per Lulic: Dragowski è pronto. Cerca di replicare subito la Fiorentina: fuori bersaglio la botta di Milenkovic dalla distanza. Il fraseggio della squadra di Pioli non riesce a dare profondità. Prima dell’intervallo ancora Anderson a impensierire Dragowski.

Ti potrebbero interessare anche:

Balotelli è rossonero e già cominciano i guai, scontri polizia-tifosi davanti al ristorante
Ancelotti lascia il Psg destinazione Madrid. E' praticamente fatta
Bari calcio, l'asta va ancora deserta: appello dei giocatori
Fioretto paralimpico, agli europei oro della veneziana Bebe Vio
Rugby, Sei Nazioni: Italia ko anche con la Scozia, 'prenotato' il cucchiaio di legno
Fiorentina-Napoli 3-3. Il pareggio con un rigore nel recupero



wordpress stat