| categoria: sanità Lazio

Il Il pediatra nel poliambulatorio è un successo: 1.100 visite nelle festività

Pediatri di libera scelta in servizio nei fine settimana e nelle festività nei presidi territoriali al fine di offrire una risposta tempestiva ai bisogni di salute dei bambini creando un’alternativa ai pronto soccorso pediatrici.

La sperimentazione è stata condotta nelle festività natalizie a Roma in virtù di un accordo tra Regione e Fimp (Federazione italiana Medici Pediatri) e si è rivelata un successo con circa 1.100 visite in pochi giorni.

Tre le strutture coinvolte: l’Ambulatorio Cure Primarie di Piazza d’Istria e le Case della salute Trionfale e S. Caterina delle Rose, strutture aperte dalle 10 alle 19 tutti i giorni festivi, compreso Natale, Capodanno ed Epifania. Il picco si è avuto presso la Casa della salute S. Caterina delle Rose con 219 piccoli pazienti visitati nei giorni festivi di Natale. Complessivamente in questa struttura gli accessi da Natale all’Epifania sono stati 427. A Piazza Istria sono stati invece 386 e presso la Casa della Salute Trionfale 285.

“Questa sperimentazione avviata per la prima volta in collaborazione con i medici pediatri di libera scelta aderenti alla Fimp, dimostra come i cittadini siano molto attenti ai nuovi servizi di continuità assistenziale sul territorio”, commenta in una nota la Regione. “Un risultato positivo, per il quale ringraziamo in primo luogo i medici che hanno lavorato e la Fimp che ha accolto la proposta regionale. Visto il successo dell’iniziativa è intenzione della Regione Lazio aprire un tavolo per verificare i risultati raggiunti e la possibilità di rendere il servizio strutturale”.

Ti potrebbero interessare anche:

Da Alatri a Roma due bambine in codice rosso trasportate nella capitale. Un buco nella rete dell'eme...
AssoTutela, Regione potenzi Recup per monitorare la spesa e ridurre i tempi di attesa
Asl Roma F, la Regione concede due nuove deroghe
Screening: cresce copertura. Rispetto al 2014 effettuati 45mila esami in più per il colon retto
Muore per crisi epilettica: «Le ambulanze erano bloccate». Assalto al Pronto Soccorso
Vaccini, attivo il Call Center della ASL Roma 1



wordpress stat