| categoria: esteri

Arrestato a Dubai l’inviato di Giletti

Due mesi fa, messosi sulle tracce a Dubai di Giancarlo Tulliani, il cognato di Gianfranco Fini, l’ha fatto arrestare dalle autorità di Dubai per valutare l’estradizione. Anche allora, l’arresto di Tulliani era stato causato dalle domande insistenti dell’inviato della trasmissione “Non è l’Arena”, Daniele Bonistalli. Oggi Bonistalli è stato nuovamente fermato dalle autorità emiratiane che stanno valutando il da farsi. A denunciarlo è stato ancora una volta Tulliani e sempre per stalking: il giornalista ha seguito l’imprenditore nella torre Burj Khalifa, edificio di extra lusso, la torre più alta della downtown di Dubai e del mondo.

Il giornalista Daniele Bonistalli© Internet (altro) Il giornalista Daniele Bonistalli
Bonistalli stava cercando di intervistare Tulliani, quando lui e la sua fidanzata hanno chiesto l’intervento della forza pubblica. Una dinamica molto simile a quella del 4 novembre, quando l’imprenditore – che in Italia deve rispondere di riciclaggio – fu fermato in vista di una estradizione mai arrivata: il 18 dicembre è stato definitivamente liberato.

La Farnesina si sta occupando del fermo di Bonistalli, ma non è ancora chiaro se e quando sarà liberato.

Ti potrebbero interessare anche:

Ultimatum di Obama alla Cina, stop ai cyber-attacchi
SCHEDA/Le invasioni di Mosca, dall'Ungheria alla Georgia
Stallo Libia, gli speaker di Tripoli e Tobruk: non firmiamo
Israele, l'Onu vota contro le colonie in Cisgiordania: ira di Trump
GERUSALEMME/ Poliziotta di 22 anni accoltellata a morte: uccisi i 3 aggressori
Delitto JFK, resi pubblici 2.891dossier, ma Trump ne blocca 200 per altri sei mesi



wordpress stat