| categoria: Scienza

Alzheimer, nuovo fallimento farmaco in test sull’uomo

A conferma del pessimismo che ha portato diverse aziende a rinunciare alla ricerca sul tema, un nuovo farmaco considerato promettente contro l’Alzheimer si è rivelato invece un fallimento nei test clinici. I risultati delle prove di fase 3 della idalopirdina sono stati pubblicati dalla rivista Jama, insieme ad un editoriale che invita a non gettare la spugna ma a concentrarsi anche su diagnosi precoce e prevenzione. Il farmaco agisce aumentando la disponibilità per il cervello di quattro neurotrasmettitori a cominciare dalla serotonina, e aveva dato risultati giudicati promettenti nei primi test sull’uomo sulla sicurezza. Il trial clinico decritto su Jama ha riguardato 2525 persone con Alzheimer da lieve a moderato. Nei pazienti non si sono visti cambiamenti nei test cognitivi o miglioramenti anche lievi nelle funzioni quotidiane a nessuna delle dosi testate. Sono ormai circa 400 i test clinici su terapie per l’Alzheimer che non hanno portato a risultati, sottolinea in un editoriale David Bennett, direttore del Rush University’s Alzheimer’s Disease Center di Chicago.

Ti potrebbero interessare anche:

Tumori, mangiando li nutriamo, ecco come colpire i recettori del cibo
Super risonanza "brucia" le cellule cancerogene, test in Italia
TUMORI/ Nanofarmaco cura cancro metastatico nei topi
All'ex Regina Elena il centro ricerca sulle neuroscienze creato dalla Montalcini
Staminali contro il Parkinson, funzionano anche nelle scimmie
Mini cervelli svelano effetti delle droghe psichedeliche



wordpress stat