| categoria: turismo

Vacanze glaciali, 10 spettacolari hotel di ghiaccio e igloo

Daily TravellersAlem Teklu & Anne Karin Krogeveoll Pareti trasparenti con sfumature blu; spessi strati di neve compatta e pelli di renna o di pecora adagiate su blocchi di ghiaccio candido. Fuori dalle finestre il silenzio della neve ricopre panorami mozzafiato. Sono gli ice hotel o igloo hotel, alberghi di ghiaccio che, nonostante le rigide temperature, accolgono con ogni confort gli ospiti per notti, cene o aperitivi insoliti in un’atmosfera unica grazie ai magici effetti di luce che scaldano gli ambienti bianchissimi, quasi trasparenti, rigorosamente a uno, cinque o sette gradi sotto lo zero.

Sorgono là dove le temperature d’inverno non salgono mai oltre i 10 o 20 gradi sottozero e sono perfetti per chi ama le rigide temperature a stretto contatto con la natura ricoperta di neve. Si trovano in Lapponia, sulle Alpi svizzere e austriache, in Francia e anche in Italia, nell’altoatesina Val Senales e a Livigno, fredda località valtellinese a 1.800 metri di quota, quasi al confine con la Svizzera, famosa per il clima rigido. Qui l’artista Vania Cusini ha realizzato due chalet con la neve pressata nel parco di un famoso albergo. Ecco 10 indirizzi dove trascorrere vacanze magiche, prima che le costruzioni svaniscano sotto il sole.

Ice hotel Jukkasjärvi (Svezia) – E’ stato il primo ice hotel ad accogliere ospiti con una struttura completamente costruita con la neve pressata e le lastre di ghiaccio e che a fine inverno si scioglie sotto i raggi del sole. Il celebre hotel sorge a 200 chilometri dal Circolo polare artico, nella Lapponia svedese, e offre camere, saloni e zone relax ghiacciate, arredate con opere d’arte e mobili realizzati con blocchi di ghiaccio. Gli ospiti hanno a disposizione pelli di renne e sacchi a pelo termici e la possibilità di ammirare l’aurora boreale dalla terrazza dell’hotel. Nella struttura di ghiaccio c’è persino una chiesa dove potersi sposare in un luogo davvero magico e originale. Info: www.icehotel.com

Iglu-Dorf di Gstaad (Svizzera) – E’ un piccolo villaggio di igloo a Gstaad, elegante cittadina adagiata su una conca tra le spettacolari cime delle Alpi svizzere. Il villaggio offre bar, ristorante, camere e suite di ghiaccio, dotate di ogni confort e abbellite da sculture realizzate da artisti inuit, ma anche un romantico rifugio riscaldato e un’area di benessere con saune; nella suite più romantica invece c’è un idromassaggio privato, parzialmente all’aperto sotto il cielo stellato. L’Iglu-Dorf, situato a 2mila metri d’altezza e presente anche a Davos, Zermatt, Engelberg e sullo Stockhorn, organizza anche attività sportive ed escursioni sulla neve. Info: www.iglu-dorf.com

Snow Suite di Livigno (Italia) – Nel parco dell’Hotel Lac Salin Spa & Mountain Resort di Livigno, località valtellinese conosciuta come il piccolo Tibet lombardo, l’artista locale Vania Cusini ha costruito con la neve pressata due chalet che sono una vera opera d’arte dove trascorrere notti magiche al caldo di un sacco a pelo termico, mentre fuori il termometro scende a meno 20 gradi. Se il freddo è troppo insistente, tuttavia, l’alloggio negli chalet di ghiaccio consente di usufruire del centro benessere della Mandira Spa dell’hotel. Lo chalet più grande ha la forma di una tipica casa di Livigno con camino, gatto e testata del letto scolpiti nella neve pressata; l’altro è più raccolto ed è dedicato alla musica con violino, pianoforte e spartito musicale decorati nel ghiaccio. Le due suite sono prenotabili fino agli ultimi giorni di febbraio, quando cominceranno a sciogliersi al sole. Info: www.snowsuitelungolivigno.com

Kirkenes Snow Hotel (Norvegia) – Ogni inverno in Norvegia, al confine con la Russia, lo Snow Hotel di Kirchenes viene ricostruito da zero e ogni stanza arricchita con decorazioni di neve e ghiaccio sempre nuove e sempre più magiche. Nell’ice hotel, dove sono esposte tantissime sculture intagliate nel ghiaccio, si dorme su blocchi di neve pressata ricoperti di pelli e coperte termiche e da dove si può ammirare l’aurora boreale. L’hotel, che dispone di bar e ristoranti, organizza anche husky safari, escursioni con slitte trainate dai cani husky. Info: www.kirkenessnowhotel.com

Alpeniglu Tirolo (Austria) – Nel comprensorio sciistico SkiWelt Wilder Kaiser–Brixental di Brizen im Thale, nel Tirolo austriaco, si può alloggiare nei 18 igloo di ghiaccio del villaggio Alpeniglu, raggiungibile a piedi dalla stazione d’arrivo di Hochbrixen. Il villaggio alpino offre un albergo, suite di ghiaccio dove alloggiare in caldi sacchi termici, un bar, un ristorante, una chiesa, una terrazza-solarium e l’area espositiva Ice Land dove si possono ammirare numerose sculture di ghiaccio di artisti internazionali. Info: www.alpeniglu.com

Village Igloo Blacksheep di La Plagne (Francia) – A Macot-La-Plagne, nella Savoia francese, si cena e si alloggia in un villaggio di sei igloo con una spettacolare vista sul Monte Bianco e le Alpi francesi. Dopo una ciaspolata di 20 minuti da La Plagne si raggiunge il villaggio dove si mangia nell’igloo più grande e si dorme nelle camere, collegate da un tunnel labirintico ghiacciato. Nelle camere, semplici e informali, sono disponibili sacchi a pelo termici. Info: www.blacksheep-igloo.com

Snow Castle Kemi (Finlandia) – Non è esattamente un hotel ma un vero castello di ghiaccio, ricco di atmosfera, costruito ogni mese di dicembre con neve pressata e lastre di ghiaccio. Sorge a Kemi, nel golfo finlandese di Botnia, e ospita un ristorante, una cappella e camere ghiacciate dove si dorme dentro caldi e accoglienti sacchi a pelo. Anche il ristorante interno – Castel Lounge – è arredato con tavoli e statue di ghiaccio, così come le camere, molte delle quali hanno il soffitto di vetro per poter ammirare l’aurora boreale sdraiati a letto. Lo Snow Castle è diventato una vera attrazione turistica, visitato anche per le mostre e gli spettacoli che vengono organizzati. Info: www.visitkemi.fi/fi/lumilinna

Rifugio Bellavista in Val Senales (Italia) – A pochi passi dal rifugio Bella Vista, a 2845 metri d’altezza in Val Senales, quasi al confine con l’Austria, ogni inverno vengono costruiti due o tre igloo per essere usati come camere da letto. Al loro interno tutto è di ghiaccio, compresi i mobili e le sculture decorative; si dorme su letti matrimoniali ricoperti da pelli di pecora e sacchi a pelo, completamente isolanti. All’esterno degli igloo sono presenti una sauna finlandese e un’accogliente vasca di acqua riscaldata. Il rifugio e gli igloo si raggiungono prendendo una teleferica privata da Maso Corto, dopo il parcheggio della funivia; oppure con gli sci lungo le piste Grawand e Gletschersee. Info: www.schoeneaussicht.it/it/igloo

Igloo Hotel (Andorra) – Sui Pirenei orientali del piccolo principato di Andorra, tra la Francia e la Spagna, sorge il più piccolo ice hotel: 5 camere decorate nel ghiaccio con sacchi termici che accolgono a 2350 metri d’altezza gli ospiti della famosa località sciistica di Grandvalira. Nonostante le dimensioni ridotte dell’hotel il fascino è indiscutibile, reso ancor più magico dalla presenza di vasche calde Jacuzzi all’aperto. L’hotel mette a disposizione anche un bar, un ristorante e una terrazza e si raggiunge con un gatto delle nevi dalla scuola di sci di Grau Roig. Info: www.hoteligluandorra.com

Kakslauttanen Arctic Resort in Finlandia – Ha la forma di un igloo ma, a differenza degli altri ice hotel, questo resort finlandese ha camere e suite riscaldate. La bellezza dell’hotel nella Lapponia finlandese, a 250 chilometri a nord del Circolo polare artico, è la presenza in ogni singolo glass-igloo dei vetri sui tetti che consentono di ammirare l’aurora boreale anche dal proprio letto. L’hotel offre saune e ristoranti e organizza escursioni sulla neve in motoslitta. Info: www.kakslauttanen.fi/it

Ti potrebbero interessare anche:

Cilento, geoweekend tra sentieri, grotte e l’azzurro del mare
MONTAGNA/Giro d'affari da 10 miliardi, nonostante la crisi
Borsa Internazionale del Turismo, mercato mondiale da un miliardo di clienti
Notte rosa 2014, maratona di spettacoli per il weekend
Neve sulle Dolomiti, l'inverno chiude in bellezza
Cortina, prima tappa del Sina Chefs’ Cup Contest: 18 chef stellati in competizione



wordpress stat