| categoria: sport

Come l’Inter ha rotto il digiuno, 2-1 al Bologna

Dopo 8 gare di digiuno l’Inter torna al successo in campionato e lo fa battendo 2-1 il Bologna a San Siro nel match valido per la 24esima giornata. Partono bene i nerazzurri avanti al 2′ grazie ad Eder ma al 25′ Palacio realizza il gol dell’ex. Nella ripresa, minuto 63′, la rete della vittoria del giovane Karamoh alla sua prima uscita da titolare. In classifica i nerazzurri salgono a 48 punti scavalcando la Lazio in terza posizione, fermo a 27 il Bologna. Al 2′ esplode la gioia di San Siro, su un cross teso dal fondo di Brozovic Eder in scivolata beffa Mirante, per l’italo-brasiliano si tratta del terzo gol in carriera contro i rossoblu. Al 10′ buona occasione per i nerazzurri, Cancelo mette sulla testa di Brozovic un pallone invitante ma il croato spreca. La reazione degli ospiti arriva al 22′ con un colpo di testa di Palacio a cui si oppone Handanovic con una parata in tuffo. È l’avvisaglia del gol del Bologna che arriva tre minuti più tardi quando un errore in fase difensiva di Miranda innesca Palacio che controlla di petto e di destro dall’area piccola segna alla sua ex squadra. Al 35′ Perisic in contropiede affonda fino al limite dell’area ma la conclusione debole è facile preda di Mirante.
Novità di formazione per l’Inter al rientro dagli spogliatoi. Spalletti manda in campo il neo acquisto Lisandro Lopez al posto di Miranda. Al 47′ clamorosa doppia occasione per i padroni di casa, prima D’Ambrosio schiaccia di testa a due passi dalla porta ma la sfera si stampa sulla traversa, sul rimpallo tenta la deviazione aerea Skriniar, la palla scheggia nuovamente il palo lungo. Il Bologna sembra in affanno, al 53′ mani tra i capelli per Perisic che spreca un colpo di testa da posizione invitante su invito di Eder. Forze fresche in casa Inter, dentro Rafinha per Brozovic. Al 63′ a cancellare i fantasmi di San siro ci pensa Karamoh, il numero 17 si accentra, salta un giocatore e di sinistro infila Mirante festeggiando così la sua prima gara da titolare all’Inter. Poco dopo l’ivoriano naturalizzato francese ha la palla del 3-1 ma Mirante si oppone di piede. Sul fronte opposto colpo di testa in tuffo di Falletti, su cross di Palacio con la palla che termina alta. Al 68′ Mbaye perde la testa e dopo un duro fallo su Rafinha viene espulso per somma di ammonizioni lasciando il Bologna in 10. Nonostante l’inferiorità la squadra di Donadoni ha la forza di proiettarsi in avanti, su crosso di Dzemaili Cancelo anticipa di testa Falletti. Il Bologna chiede un mani in area di D’Ambrosio ma l’arbitro Valeri consulta il Var e lascia correre. A 4′ dalla fine intervento decisivo di Handanovic che di piede respinge un tiro ravvicinato di Palacio da posizione defilata. Nel recupero rosso anche per Masina col Bologna che chiude il match in 9.

Ti potrebbero interessare anche:

Roma beffata al 90', Chievo vince ed è salvo
L'illusione dura poco, Sassuolo-Juve 1-3, bianconeri a +8 dalla Roma
CALCIO/ Napoli e il test con il Barca, prove tecniche di Champions
Non corre e non segna, in crisi il Milan di Inzaghi
SCI/ Drone sfiora Hirscher, Fis indaga sull'incidente e Infront si scusa
Napoli- Udinese ko 1-0, partenopei ai quarti di Coppa Italia



wordpress stat