| categoria: In breve

Nigeria, scomparse 111 studentesse dopo il blitz di Boko Haram

Sono 111 le ragazze nigeriane scomparse dopo l’attacco sferrato da Boko Haram in una scuola a a Dapchi, nello stato di Yobe. Lo ha detto la polizia secondo quanto riportato dai media internazionali. «Su 926 studentesse, 815 sono tornate a scuola il giorno dopo l’attacco», ha spiegato ai media internazionali il comandante Abdulmaliki Sumonu che ufficialmente nega si tratti di «rapimenti». La scuola era stata attaccata la sera del 19 febbraio dai jihadisti di Boko Haram sono scomparse.

Lo riporta la Bbc citando il governatore dello stato di Yobe, dove è avvenuto il blitz dei terroristi islamici. La maggior parte delle studentesse e degli insegnanti sono riuscite a scappare la sera dell’attacco dopo aver sentito gli spari dei jihadisti che si stavano avvicinando alla scuola nel villaggio di Dapchi. Quattro anni fa, Boko Haram rapì oltre 270 studentesse nella città di Chibok. Le autorità nigeriane non parlano ufficialmente di rapimentO delle studentesse.

L’allarme è stato lanciato dai genitori che si sono ritrovati stamani fuori dalla scuola. Secondo alcuni sono 51 le ragazze scomparse, secondo altri 93. Prima di fuggire, i jihadisti di Boko Haram hanno saccheggiato la scuola. Delle ragazze rapite a Chibok, un caso che ha mobilitato la comunità internazionale, 100 sono riuscite a ricongiungersi con le loro famiglie lo scorso settembre. Altre erano state rilasciate a maggio nell’ambito di un controverso scambio di prigionieri tra il governo nigeriano e i terroristi

Ti potrebbero interessare anche:

All'ex campione di motonautica Cappellini quattro anni per evasione fiscale
Manchester Utd affidato a Giggs fino a fine stagione
EDITORIA/ Interrogazione al ministro della Giustizia sul caso Latina Oggi
MUSICA/ Lorenzo Fragola, disco di platino per "Siamo uguali"
Noto musicista suona in strada: multato. Ma sindaco lo difende
Lavoratori del servizio caldaie a rischio licenziamento a Viterbo



wordpress stat