| categoria: Dall'interno

Telefonino compagno anche di notte, se Internet è malattia

6310eb62d21d3668494fb8d4b4f87727
Controllare le email anche di notte, addirittura addormentarsi con il cellulare in mano, oppure precipitarsi a controllarlo appena svegli. Ecco come Internet in alcuni casi può diventare una malattia. I nuovi problemi con cui ci si trova a confrontarsi prendono il nome di nomofobia, cioè timore di rimanere senza connessione, cyberbullismo e web addiction. Secondo un’indagine di Deloitte del 2016 condotta in 31 Paesi con 49500 interviste tra cui 2000 in Italia, presentata allo #Sconnessiday oggi al ministero della Salute, l’83% legge le email di lavoro durante la notte, il 37% controlla le notifiche sul cellulare nel bel mezzo della notte e al mattino il 57% controlla il telefonino entro 22 minuti dal risveglio. Durante il giorno il 92% utilizza il cellulare al lavoro e il 59% controlla il telefono oltre 200 volte al giorno. L’80% si addormenta col cellulare il mano e il 21% di sera guarda film o serie tv in streaming o in diretta.

Ti potrebbero interessare anche:

TNT, no ai licenziamenti dei lavoratori
L'imprenditore sulla cupola di San Pietro, prosegue la protesta
Pensionato ucciso in strada a Portici, errore di persona?
Frode fiscale, arrestato Gavinelli, sequestrati 85 milioni di euro.
Neve in arrivo in Abruzzo, tutto pronto per l'emergenza
Ricercatrice torinese uccisa a Ginevra: forse conosceva il suo aggressore



wordpress stat