| categoria: politica

Ministri a cinque stelle, Di Maio lancia un generale dei CC

“Presenteremo una proposta al presidente della Repubblica di persone che riteniamo ideali per la carica di ministro. Consideriamo l’ambiente è centrale, per cui ho intenzione di proporre un servitore dello Stato, una proposta istituzionale, il generale di brigata Sergio Costa, una delle persone che più si è distinta nella lotta ai crimini ambientali. È la persona ideale da presentare al Ministero dell’Ambiente”.

È il primo nome della squadra di Governo del Movimento 5 Stelle, che Luigi Di Maio annuncia nel corso di Mezz’Ora in Più, su Raitre. La squadra verrà presentata giorno dopo giorno nella settimana che porterà al voto del 4 marzo. Puntuale arriva la conferma del diretto interessato, Sergio Costa, in una dichiarazione all’Ansa. Diversi infatti i nomi che sono circolati negli ultimi giorni e subito smentiti. Fra questi Tomaso Montanari, che era stato indicato alla Cultura, e Leonardo Becchetti, che era stato inserito fra i papabili per un ministero economico.

“Da servitore dello Stato, qualora il premier incaricato ritenesse di indicarmi come possibile Ministro dell’Ambiente, mi renderò disponibile”.

“Ci saranno donne nei ruoli chiave e avremo una donna al ministero alla qualità della vita, del benessere della famiglie e dei bambini. Gli altri ministri saranno delle sorprese, la divisione tecnici e politici e’ superata” spiega Di Maio.

“Non siamo disposti ad alleanze, larghe intese. Non vogliamo lasciare il paese nel caos, ma smentisco tutte le ricostruzioni di queste ore sulla volontà di governare con la sinistra” afferma il capo politico del Movimento 5 Stelle. “Se non dovessimo arrivare al 40%, noi la squadra di Governo la presenteremo prima, quindi non discuteremo di Ministeri, io sosterrò le persone che indico fino alla fine. Però la sera delle elezioni, se non abbiamo i numeri per governare da soli, faremo un appello a tutti i gruppi dicendo: di voi non ci fidiamo, ma firmiamo un contratto vincolante con il programma di lavori, cosa approvare ed entro quando, e cominciamo ad avviare la legislatura”.

Ti potrebbero interessare anche:

Nuovo editto di Grillo, boicottate "Repubblica" e "Nazione"
Italicum, sulla definizione dei collegi vertice Governo-Pd
Per Renzi domenica da premier tra famiglia e Messa
SCHEDA/ Jobs act, dai contratti agli ammortizzatori: le norme
M5s, parte il giro d'Italia di Grillo. Mozione contro i tagli agli enti locali
SONDAGGI/ Gli italiani digeriscono anche Casalino, il M5s cresce



wordpress stat