| categoria: sanità Lazio

Cento milioni per 18 ospedali. Finanziati interventi di ristrutturazione e acquisto di materiali

front8969125Con un decreto firmato dal commissario ad acta alla Sanità e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti la Regione Lazio ha stanziato oltre 100 milioni di euro per 18 interventi di ristrutturazione, ampliamento, messa in sicurezza e acquisto di nuovi macchinari nei maggiori ospedali della Capitale e nelle province di Latina, Frosinone e Viterbo.

“Si tratta dell’ennesima battaglia vinta e soprattutto questi ulteriori cento milioni di euro, divisi tra finanziamenti statali e regionali, messi a disposizione per le principali strutture ospedaliere di Roma e del Lazio, sono la dimostrazione di come è possibile mantenere gli impegni presi con le comunità”, ha affermato Zingaretti. “In questi anni abbiamo dimostrato di saper pianificare interventi di vario tipo e nuove costruzioni e al tempo stesso mantenere i conti sotto controllo, tagliando sprechi e iniettando nuova forza lavoro nel tessuto operativo di Asl, aziende ospedaliere e strutture in tutto il Lazio”.

Nello specifico questi gli interventi finanziati dal decreto commissariale:
per la Asl di Latina 9,4 milioni di euro per interventi di ampliamento dell’Ospedale Santa Maria Goretti;
per l’IFO di Roma 25 milioni di euro per la realizzazione del Bunker di Protonterapia;
per il Policlinico Tor Vergata 6 milioni di euro per il completamento del III livello dell’edificio denominato Torre 8;
per la Asl Roma 1 oltre 3 milioni di euro per il potenziamento della rete oncologica;
per la Asl Roma 2 oltre 2,8 milioni di euro per il potenziamento delle rete neurotrauma;
per la Asl Roma 4 oltre 2, 2 milioni di euro destinati alla rete di emergenza cardiologica per l’Ospedale San Paolo di Civitavecchia e potenziamento angiografico esistente RM e Tac;
per la Asl Roma 5 oltre 2,8 milioni di euro per l’acquisizione di TAC nei presidi di Tivoli, Subiaco, Monterotondo e Palestrina;
per la Asl Roma 6 3,8 milioni di euro per il potenziamento della diagnostica per immagini (risonanza magnetica) nei presidi di Anzio e Nettuno comprensivo di lavori per l’installazione dell’antincendio;
per la Asl di Viterbo 3,7 milioni di euro per l’acquisto dell’acceleratore lineare e lavori per attivazione UTN presso l’Ospedale di Bel Colle;
per la Asl di Latina quasi 2,6 milioni di euro per potenziare la rete cardiologica e l’UTN all’interno dell’Ospedale Santa Maria Goretti;
per la Asl di Frosinone 4,8 milioni di euro per la sostituzione della gamma camera e dell’acceleratore lineare presso l’Ospedale Spaziani;
per l’azienda ospedaliera San Camillo 2,8 milioni di euro per il potenziamento della rete cardiologica;
per l’azienda ospedaliera San Giovanni 2,7 milioni di euro per la rete cardiologica e cardiochirurgica e la riqualificazione del reparto di neurologia ex trauma center per la gestione del paziente traumatizzato;
per il Policlinico Umberto I quasi 7 milioni di euro per ristrutturazione e messa a norma del blocco parto e TIN – rete cardiologica: acquisizione TAC, RMN e mammografi. Lavori di ristrutturazione del blocco parto e della terapia intensiva pediatrica;
per il Sant’Andrea 2,1 milioni di euro per la rete cardiologica;
per il Policlinico Tor Vergata 1,2 milioni di euro per l’acquisto di gamma camera digitale;
per il Policlinico Gemelli 23 milioni di euro per interventi di nuova edificazione e per il potenziamento delle reti tempodipendenti;
per il Campus Biomedico 2,6 milioni di euro per l’acquisto di attrezzature e arredi.

Ti potrebbero interessare anche:

REGIONE/ Manca il Pd, salta il Consiglio straordinario sullla sanità
Santo Spirito in Sassia diventerà polo museale della Asl RmE
Piani di rientro delle aziende ospedaliere, obiettivo: tagliare 142 milioni
SAN CAMILLO DEGLI EQUIVOCI/ Quelle strane voci sulla Stroke Unit
"Sport per tutti", progetto Fondazione S.Lucia-Vodafone
ASL ROMA1/ Spiraglio FilmFestival 2019: il premio a Fabrizio Bentivoglio



wordpress stat