| categoria: Dall'interno

FIPE, LAVORATRICI IN BAR E RISTORANTI 52,3%

Crescono le donne che lavorano nei bar e ristoranti in Italia. Secondo i dati dell’Ufficio Studi Fipe, Federazione Italiana Pubblici Esercizi, la componente femminile costituisce il 52,3% degli occupati nel settore contro il 47,7% degli uomini. Uno scenario dove operano 394.435 lavoratrici dipendenti, di cui 124.363 nei bar (31,5%), 183.632 nei ristoranti (46,6%) e 86.440 in altre tipologie di pubblico esercizio. Il 30% delle lavoratrici ha un’età compresa tra i 20 e i 30 anni, seguite dalla fascia d’età 30-40 anni (23,4%), mentre il 20,7% ha meno di 20 anni. «Il lavoro resta la componente fondamentale per la produzione dei servizi di ristorazione con 1 milione di addetti in crescita rispetto all’anno precedente – dichiara Antonella Zambelli, presidente del Comitato Fipe in rosa – in aumento risulta soprattutto il lavoro dipendente dove le donne rivestono sicuramente un ruolo di primo piano. Un settore che conferma le sue caratteristiche di inclusione, considerando il fatto che ben il 77,3% delle occupate ha un contratto a tempo indeterminato e il 72% lavora part time contro un 28% di addette full time».

Ti potrebbero interessare anche:

Comune Sulmona, si dimettono 11 consiglieri e il prefetto commissaria l'ente
ALITALIA/Oggi incontro con i sindacati, nuovo round sul piano industriale
UNIVERSITÀ/Iscritti giù del 20%, abbandoni al 55%: colpa del mancato orientamento scolastico
Agguato nella notte in Calabria, imprenditore ucciso e dato alle fiamme
SCHEDA/ Chi è Giorgio Caproni
SPARATORIA QUESTURA: SLITTANO I TEMPI DELL'AUTOPSIA



wordpress stat