| categoria: sanità

Vaccini, certificati a scuola entro il 10 marzo. Esclusi Lazio e Veneto

Scade sabato 10 marzo il termine per la presentazione alle scuole della documentazione relativa alle vaccinazioni dei bambini e dei minori di 16 anni. Il termine non vale solo per le regioni come Veneto e Lazio in cui sono state istituite delle anagrafi vaccinali che consentono una «procedura semplificata» in cui sono le Asl e i servizi scolastici a parlarsi senza che i genitori debbano preventivamente consegnare la documentazione comprovante l’assolvimento dell’obbligo vaccinale alle scuole. Le aziende sanitarie locali consegneranno alle scuole entro il 10 marzo gli elenchi con i bambini non in regola. I dirigenti entro il 20 marzo chiederanno alle famiglie di mettersi in regola al massimo in dieci giorni, oltre i quali scatteranno le sanzioni. Solo in queste regioni quindi c’è tempo fino a fine mese per mettersi in regola.

Ti potrebbero interessare anche:

La corruzione assorbe alla sanità oltre 1,5 miliardi all’anno.
Frena la spesa sanitaria, ma acquisti ancora con segno più
Chirurgia più sicura grazie all'innovazione, ma i tagli al SSN rischiano di penalizzare l'utente fin...
Michi, 15 anni, per 43 minuti sott'acqua: salvato al San Raffaele di Milano
Come risparmiare un miliardo nella cura del diabete in ospedale
L’intervista/ Al malato si deve diresempre la verità? E come?



wordpress stat