| categoria: Dall'interno

XYLELLA: REPORT PUGLIA, PIANTE INFETTE TRIPLICATE IN 2 MESI

untitledSono più che triplicate negli ultimi due mesi le piante di ulivo colpite dal batterio della Xylella, passate da 735 a 2251. Ad evidenziarlo è il nuovo report effettuato dall’Osservatorio Fitosanitario Xylella della Regione Puglia nella cosiddetta fascia di contenimento, come fa sapere il Consorzio Nazionale degli Olivicoltori fortemente preoccupato del risultato. «L’avanzata del batterio è inarrestabile e non bastano più le parole che illudono tanti olivicoltori – afferma il presidente del Consorzio, Gennaro Sicolo – bisogna procedere subito con l’eradicazione delle piante infette e con gli immediati rimborsi per gli agricoltori colpiti». Sicolo ribadisce che «la Xylella è un problema nazionale perché non è affatto detto che in futuro non possa colpire altre tipologie di piante. È grave, ad esempio, che il decreto relativo al reimpianto, approvato dalla commissione Ue, non sia ancora stato recepito dalle istituzioni italiane». Secondo il presidente non si può più aspettare, «attendere significa consentire al batterio di avanzare ancora e compromettere il futuro dell’olivicoltura nazionale».

Ti potrebbero interessare anche:

Maltempo, in tilt la centrale Eni di Taranto, petrolio in mare
Don Gelmini, l'addio della Comunità Incontro al "Don"
Venerdì nero per trasporti e scuola, scioperano i "duri" di Orsa e Usb
L'Aquila, balconi cadenti: ipotesi danno per 18 milioni, indaga la Corte dei Conti
Liguria, 27 locali storici censiti
Per Santa Lucia a Palermo trionfo di gola con il "festival" di arancine, cuccìa e panelle ...



wordpress stat