| categoria: Dall'interno

Muore dopo essere stato dimesso 2 volte in un giorno

Chiesto il rinvio a giudizio per due dottori del pronto soccorso di Bari

Due medici dell’ospedale San Paolo di Bari rischiano un processo per omicidio colposo con riferimento alla morte di un 68enne di Mola di Bari, Francesco Palazzo, morto circa un anno fa a causa di una polmonite, secondo la Procura non adeguatamente curata. L’uomo era andato al pronto soccorso due volte, la mattina e poi di nuovo la sera del primo gennaio 2017, e in entrambi in casi era stato dimesso con prescrizione di ossigenoterapia e terapia antibiotica, ma è morto il giorno dopo per insufficienza respiratoria causata dal riacutizzarsi della bronco-pneumopatia cronica di cui soffriva da tempo. A conclusione delle indagini avviate dopo la denuncia della famiglia del paziente, la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per i due medici che erano in servizio al pronto soccorso. Stando alle indagini, i medici che nei due accessi al pronto soccorso hanno visitato il 68enne avrebbero omesso di effettuare i necessari esami diagnostici, una consulenza specialistica pneumologica e, soprattutto, di ricoverarlo.

Ti potrebbero interessare anche:

La Costa patteggia una sanzione da un milione di euro. E' fuori dal processo
SCUOLA/Anief, ancora un terzo dei posti vacanti sono da assumere
Roma: drogava e stuprava donne dopo colloqui di lavoro
Tangenti, arrestato ex presidente della Cassa dei ragionieri
Napoli, 11 minorenni aggrediscono il capotreno a Casoria
Contatti con Isis per azione in Italia, espulsa giovane egiziana



wordpress stat