| categoria: sanità

Riabilitazione, medici al lavoro su linee guida

front9166045Un incontro per portare avanti la definizione del documento da presentare agli organi ministeriali e regionali, per rappresentare le modalità erogative future per la salvaguardia e tutela della salute in campo riabilitativo. Se ne è parlato presso la sede dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Roma e provincia. Il presidente dell’Omceo Roma, Antonio Magi, ha aperto gli interventi. Alla giornata sono intervenuti il consigliere Foad Aodi, Carlo Damiani, il presidente e il segretario regionale della Simfer, Pietro Fiore e Raffaele Gimigliano, Professore Ordinario di MF&R (Medicina fisica e riabilitativa) Napoli, Valter Santilli, presidente del Collegio degli ordinari MF&R, P.O. Roma.“Abbiamo deciso un protocollo unico che contenga quelle che possono essere le linee guida per tutti – ha spiegato Magi -. Un documento importante, come importante è il fatto che l’iniziativa si sia svolta presso l’Ordine, una modalità operativa che come nuovo Consiglio vogliamo adottare sempre. Vogliamo confrontarci con tutti gli operatori per trovare soluzioni condivise affinché il cittadino abbia tutelata la salute e abbia la certezza di una prestazione adeguata e di qualità”.
“Vogliamo collaborare e valutare tutti insieme la possibilità di elaborare un documento condiviso da tutti – ha detto Fiore – che possa dettare gli obiettivi per quanto riguarda le attività ambulatoriali” nell’ambito della riabilitazione. Per la riunione è stato scelto l’Omceo Roma “perché è la sede istituzionale dei medici chirurghi e noi abbiamo voluto confrontarci con i colleghi specialisti ambulatoriali e territoriali per condividere un documento da presentare al ministero”. Il Comitato scientifico “ha raccolto le proposte dei delegati Simfer e Anisap da tutta Italia – ha spiegato Aodi – e anche le nostre proposte come Ordine dei medici di Roma. Ora dobbiamo approfondire e poi produrre un atto che venga approvato da Simfer, Anisap e dal presidente Magi. Nel segno della collaborazione interprofessionale”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lorenzin: i malati di alzheimer e le loro famiglie non vanno lasciati soli
Lorenzin: eterologa e celiachia nei nuovi Lea
Pronto Soccorso in codice rosso, flashmob in molte città
Troppo rumore in ospedale, pannelli e strategie per sonni tranquilli
Meno di 100 italiani nel 2015 curati in altri paesi europei
Calano al 28% i siti web contro i vaccini



wordpress stat