| categoria: sanità

Morbillo, boom di casi in Italia: 5 mila malati e 7 morti in un anno

Oltre 5mila casi dall’inizio dell’epidemia, nel 2017. Sette vittime, compresa la ragazza di 25 anni morta oggi a Catania. Non cessa l’allarme per il morbillo, tornato in Italia con una violenza inattesa anche dagli esperti: e’ stato proprio l’incremento dei casi nei primi mesi dello scorso anno a indurre il ministero della Salute a rompere gli indugi e a varare la legge che reintroduce dieci vaccinazioni obbligatorie. Nel 2017 si sono registrati 5.076 casi di morbillo, con 4 decessi. Tutte le Regioni hanno segnalato casi, ma il 89% proviene da sette: Piemonte, Lazio, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto e Sicilia. L’88% dei casi segnalati era non vaccinato e il 6% ha ricevuto solo una dose di vaccino. L’eta’ mediana e’ pari a 27 anni. La maggior parte dei casi (74%) e’ stata segnalata in persone di eta’ maggiore o uguale a 15 anni, e l’incidenza maggiore si e’ verificata nei bambini sotto l’anno di eta’.

Si contano anche 302 casi tra gli operatori sanitari. Dopo un rallentamento autunnale, la malattia ha ricominciato a colpire a gennaio: secondo gli ultimi dati disponibili diffusi dall’Istituto Superiore di Sanita’, nel primo mese del 2018 si contano 164 casi di morbillo con due persone decedute (una di 38 anni e una di 41) per insufficienza respiratoria. Tutte le vittime non erano vaccinate, e tutte tranne uno avevano altre patologie di base. In tutti i casi la causa del decesso e’ stata insufficienza respiratoria. Nel 2018 il 40,2% dei casi (66/164) ha riportato almeno una complicanza. La complicanza piu’ frequente e’ stata la diarrea, riportata in 24 casi (14,6%). Sono stati segnalati 12 casi di polmonite (7,3%) e 8 casi (4,9%) con insufficienza respiratoria. Altre complicanze riportate includono casi di stomatite (32 casi), cheratocongiuntivite (17 casi) ed epatite (13 casi). Prendendo in esame i numeri degli ultimi 5 anni, si capisce come l’allarmismo non sia ingiustificato: dal 2013 sono stati oltre diecimila i casi di morbillo nel nostro Paese, ma il trend discendente si e’ bruscamente arrestato nel 2017, che ha fatto registrare in soli dodici mesi oltre 5mila casi, la meta’ del totale. Sono i dati forniti dal bollettino dell’Istituto Superiore di Sanita’. Nel dettaglio, dall’inizio del 2013 sono stati segnalati 10.320 casi di morbillo di cui 2.269 nel 2013, 1.695 nel 2014, 255 nel 2015, 861 nel 2016, 5.076 nel 2017 e 164 nel 2018 (nel mese di gennaio).

Ti potrebbero interessare anche:

VENETO/ Le pagelle ai manager. Rischia il posto chi sgarra nella sanità
Il Ministero della Salute lancia il 'servizio meteo' per tenere d'occhio l'influenza
Medici troppo al pc, poco dialogo con i pazienti
Chiuso il Patto della salute. C'è di tutto, budget, piccoli ospedali,118. Ma nulla di definitivo
L’ospedale non è un posto per disabili
Eurostat, in Italia 29% della popolazione dichiara una forma di disabilità



wordpress stat