| categoria: sport

Europa League: Lazio Salisburgo 4-2

Soccer: Europa League; Lazio-Salzburg
Simone Inzaghi festeggia i 42 anni con una vittoria vietata ai deboli di cuore. La fama di squadra difficile da affrontare che aveva preceduto il Salisburgo non è usurpata, al di là di quel che potrebbe lascia immaginare il 4-2 finale. Arrivati all’Olimpico imbattuti da 35 incontri tra campionato e Coppe, gli austriaci si sono rivelati davvero assai coriacei e scorbutici. Pressing asfissiante, raddoppi continui, tanto possesso, palleggio prevalentemente ad un solo tocco. L’11 messo in campo dal tedesco Marco Rose è stata una bestia difficile da damare, anche se a scorrere i nomi dei titolari si fatica a riconoscerne qualcuno. Basti dire che in Europa il Salisburgo non perdeva da 19 partite (11 vittorie e 8 pareggi). Questo è il primo ko dopo 10 partite esterne senza sconfitte.

Inzaghi :”Lazio meritava risultato più ampio” – “Per quello che si è visto in campo, potevamo portare a casa anche un risultato migliore. Abbiamo avuto tante occasioni e potevano fare un gol in più. Loro sono una squadra forte e i ragazzi hanno capito che non era semplice. Il ritorno a Salisburgo sarà difficile perchè abbiamo preso due gol e loro in quello stadio sono ancora più forti. Dovremo affrontare la gara nel modo giusto”. Così l’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, ai microfoni di Sky Sport. “E’ stati giusto esultare alla fine con i nostri tifosi, sono stati un uomo in più – ha aggiunto Inzaghi -, dopo quel rigore che non c’era e dopo il 2-2 non era semplice. Per fortuna posso contare sulla grande disponibilità dei giocatori e speravo in una bella prestazione nonostante le tante partite giocate finora. Il gruppo deve continuare a lavorare così, è stata una bella serata ma non possiamo ancora festeggiare. Domenica abbiamo una partita importante a Udine, poi il ritorno a Salisburgo e quindi il derby, ma io sono fiducioso”.

Ti potrebbero interessare anche:

Lazio vola, per il Cagliari è notte fonda
IL PUNTO/ Calcio sotto assedio, minacce e devastazioni in mezza Italia
Il dopo derby Toro-Juve: curva chiusa per due partite
Sampdoria, intesa con Montella in vista?
Lazio in rimonta, superato anche l'ostacolo Atalanta
Juventus-Verona 2-1, Buffon esce al 64’, i tifosi in piedi



wordpress stat