| categoria: politica

CAV IN MOLISE CONTRO TUTTI, ORA SERVE GOVERNO SERIO

Berlusconi contro tutti. Il leader di Forza Italia, battendo in lungo e in largo il Molise, si riprende la scena, attacca alleati e avversari politici, boccia il ‘governo di tuttì, dettando l’agenda politica in queste ore delicatissime, in bilico tra l’incognita del futuro esecutivo e la crisi internazionale in Siria. Tra Campobasso e Isernia, il Cavaliere riveste i panni del leader, moderato e europeista, chiedendo «finalmente un governo serio e autorevole, quello del centrodestra, per far tornare l’Italia protagonista in Europa». In nottata l’attacco deciso da Trump che scuote in profondità il centrodestra. Matteo Salvini commenta per primo, durissimo con il Presidente Usa, definito «qualcuno col grilletto facile» che «insiste coi ‘missili intelligenti. Pazzesco, fermatevi». Parole forti che provocano l’ira dell’ex premier: «In queste situazioni è meglio non pensare e non dire nulla», zittisce Salvini. Ma Berlusconi ne ha anche per Luigi Di Maio: «Un incarico a lui sarebbe ingiustificato e ingiustificabile». Prima in piazza a Isernia, poi nell’auditorium della città, Berlusconi raccoglie una discreta folla. Rilancia le sue classiche parole d’ordine, chiedendo l’impegno dei «missionari della libertà e del benessere». Ma stavolta il rischio da evitare non è il ritorno dei «comunisti», ma la vittoria dei «nullafacenti e incompetenti» pentastellati. Nella continua polemica a distanza con Matteo Salvini, Berlusconi si autodefinisce «l’unico protagonista in questo centrodestra in grado di fermare l’escalation del M5s, un movimento pauperista e giustizialista, senza radici». I Cinque Stelle, ribadisce tra gli applausi, «sono un nuovo pericolo per l’Italia». «Questo vecchietto, vedendo un grave pericolo per il suo paese e ricordando le parole della madre – aggiunge sorridente – ha trovato il coraggio di scendere di nuovo in campo per combattere questo pericolo». Quindi boccia esplicitamente un eventuale incarico al loro capo politico: «Il presidente della repubblica, che è di buon senso – ammonisce – non può commettere un’azione così ingiustificata e ingiustificabile». Ma ne ha anche per Matteo Salvini che su Fb morde il freno e prima minaccia elezioni anticipate, quindi lo mette sullo stesso piano di Alessandro Di Battista. Vorrebbe reagire con forza. Alcuni lo ascoltano sussurrare frasi molto dure dirette contro il leader lumbard. Poi, però, al termine di un conciliabolo con i suoi, si trattiene. E davanti alle tv, lancia un laconico ma severo: «parliamo di cose serie». Insomma, il Cavaliere torna protagonista proprio nel momento in cui lo si vuole escludere. Riprende vigore in questa campagna elettorale «centrale per il futuro del centrodestra e del Paese». «Ho fatto oltre mille selfie. Sono rimasto affascinato dalla bellezza di questa terra, verrò con mia figlia Marina», dichiara entusiasta. Si vota la settimana prossima, ma Berlusconi non intende mollare la presa e annuncia che tornerà qui «tre o quattro giorni». Negli stessi giorni è previsto l’arrivo di Matteo Salvini e di Luigi Di Maio, tutti impegnati in questo test locale, il cui esito avrà valenza nazionale.

Ti potrebbero interessare anche:

A Sulmona un morto al ballottaggi. Cicciolina bocciata, passa la fidanzata di Franceschini
RIFORME/ Boschi ottimista ma scoppia il caso Mauro
RAI/ Il cda nomina Verdelli direttore editoriale per l'offerta informativa
Referendum in Lombardia e in Veneto, sfida per l'autonomia
Regionali, verso accordo Pd-LeU. Bersani apre. Grasso: 'Assemblee Lazio-Lombardia poi decisione'
IN SCENA COLLE, OK CONTE MA SU MINISTRI VEDIAMO..



wordpress stat