| categoria: sport

ZAPATA ALL’ULTIMO RESPIRO, SAMP AFFONDA IL BOLOGNA

Un gol di Duvan Zapata a dieci secondi dalla fine del terzo minuto di recupero regala la vittoria alla Sampdoria che può continuare ad inseguire il sogno Europa League. Il gol di Zapata ha risolto una gara dai pochi spunti che aveva visto le due squadre di fatto annullarsi in una sfida che si è infiammata solo negli ultimi minuti. Giampaolo ritrova Strinic assente dal 24 di gennaio e in attacco schiera Caprari alle spalle della coppia Quagliarella – Kownacki per una Samp molto offensiva. Donadoni si affida invece alla coppia Verdi – Avenatti. Proprio di Verdi è la prima conclusione della partita, mentre più pericoloso risulta Caprari che all’undicesimo sfiora il palo. Gara che viaggia però sui binari della lentezza, almeno nella prima parte, con ritmi blandi e squadre che si studiano molto. Con il passare dei minuti cresce la pressione della Sampdoria che fatica però contro un Bologna ben schierato in difesa. Alla mezz’ora un errore a centrocampo di Romagnoli innesca Quagliarella che da posizione defilata dopo aver superato Mirante prova il rasoterra, ma lo stesso Romagnoli salva in scivolata con un recupero prodigioso. Il Bologna risponde con Dzemaili che libero in area da destra cerca un improbabile cross in mezzo, che nessun compagno raccoglie, quando avrebbe potuto provare la conclusione a tu per tu con Viviano. Al rientro dagli spogliatoi squadre confermate e Bologna più intraprendente ma poco preciso al momento di concludere verso la porta di Viviano. La squadra di Donadoni gestisce maggiormente il pallone tanto che i padroni di casa faticano ad attaccare. Solo al 12′ la Sampdoria riesce a costruire un’azione pericolosa ma la conclusione di Kownacki termina fuori. Per l’attaccante polacco è l’ultima azione prima di lasciare il posto a Zapata. Proprio Zapata al 20′ lavora un bel pallone in area servendo Caprari cha da buona posizione alza troppo la sfera. Ci pensa così Viviano a far venire i brividi ai tifosi di casa quando si lascia sfilare un innocuo cross di Dzemaili sotto le gambe, ma il portiere blucerchiato rimedia con un tuffo prima che il pallone entri in porta. Giampaolo cambia ancora inserendo Ramirez per un fischiatissimo Caprari mentre Donadoni aveva prima inserito Keita per Masina e nel finale si affida all’esperienza di Palacio. L’argentino pochi secondi dopo il suo ingresso in campo impegna subito Viviano che in tuffo devia in angolo. Ancora Viviano protagonista al 38′ quando con un riflesso salva su un tiro di Dzemaili deviato da un difensore. Ma è la Sampdoria nel finale a sfiorare il vantaggio in due occasioni : prima con Praet, pallone in angolo e poi con Zapata che in scivolata colpisce il palo. Zapata che non sbaglia invece a dieci secondi dalla fine dei tre minuti di recupero quando risolve con un destro in scivolata una mischia in area per il gol che vale la vittoria e il sogno europeo dei blucerchiati.

Ti potrebbero interessare anche:

Berlusconi lo aveva detto: Messi annientato dai rossoneri
F1/ Incidente shock a Massa. Schianto e sorriso, "Dio mi protegge"
La Roma inciampa ancora con il Cagliari e perde la vetta
CALCIO/Aquilani tris non basta, Genoa ferma Fiorentina
Roma, Di Francesco il nuovo allenatore
F1, Gran Premio d'Italia a Monza fino al 2025



wordpress stat