| categoria: sanità Lazio

ASL Roma 1/ Primo parto in acqua per l’Ospedale San Filippo Neri

È una bimba di 3,310 kg la prima nata in acqua all’Ospedale San Filippo Neri. Questa mattina alle 8.21 Vittoria, dopo un travaglio tranquillo e spontaneo, è venuta alla luce in ambiente subacqueo e senza traumi, per essere subito stretta nell’abbraccio della madre.

Ben noti i benefici del parto in acqua che migliora l’elasticità dei tessuti e il rilassamento muscolare e del pavimento pelvico, diminuisce la pressione addominale, velocizza la dilatazione del collo dell’utero e consente di alleviare il dolore in modo naturale, grazie al rilascio delle endorfine.

L’area travaglio parto del San Filippo Neri – commenta Angelo Tanese, Direttore Generale della ASL Roma 1 – interamente rinnovata nel 2016, dispone di tecnologie molto innovative ed è dotata di cromoterapia. Con questo primo parto in acqua si avvia l’utilizzo di una vasca sanitaria di ultima generazione, con un livello altissimo di sicurezza per le donne e per i nascituri.

È importante sapere che i corsi di accompagnamento a questo tipo di nascita sono riservati a gravidanze a basso rischio e consentono – attraverso l’informazione e la formazione di donne ben motivate – di affrontare un parto spontaneo senza ricorrere all’analgesia epidurale.

Il Dott. Pietro Saccucci, Direttore del Dipartimento Salute della Donna e Fisiopatologia della Riproduzione della ASL, ha condiviso con tutta équipe presente in sala la soddisfazione per questo ulteriore traguardo, ringraziando per la professionalità e la competenza dimostrata.

Ti potrebbero interessare anche:

Storace, obiettivo arrivare a sei Asl per tutto il Lazio
Incursione del M5S nella Casa della Salute di Pontecorvo, "giallo" con polemica
Tempo di ferie, chiude per l'estate il centro di riabilitazione di Gaeta
Gemelli, al via "Viva", settimana della rianimazione
Progetto Itaca apre le porte sulla salute mentale
A 11 anni di distanza rinnovato protocollo Regione-Policlinico Tor Vergata



wordpress stat