| categoria: politica

GOVERNO LEGA-M5S, I PROBABILI MINISTRI

Matteo Salvini confermato ministro dell’Interno per avere mani libere sull’emergenza sicurezza e sulla questione dei migranti. Mentre Luigi Di Maio sarà a capo di un superministero che accorperà Sviluppo Economico e Welfare/Lavoro e si occuperà del dossier Ilva e della riforma della legge Fornero, oltre che del reddito di cittadinanza. Entrambi saranno quasi certamente anche vicepremier di Giuseppe Conte. Già domani, martedì potrebbe decidere di conferire l’incarico al professore ordinario di Diritto privato a Firenze, già inserito da Di Maio nella squadra di governo dei 5 Stelle come possibile ministro della Pubblica Amministrazione e poi “promosso” alla carica di presidente del Consiglio.

Agli Esteri dovrebbe andare Giampiero Massolo, ambasciatore esperto anche di servizi segreti e da due anni presidente di Fincantieri. All’Economia potrebbe essere proposto Paolo Savona, economista già presente nel governo Ciampi e gradito alla Lega (leggi qui). Mentre alla Difesa Di Maio punterebbe su Riccardo Fraccaro, deputato 5 Stelle e questore anziano in prima linea contro i vitalizi, il cui nome però è in partita anche per il ministero della Semplificazione. In pole position alla Cultura c’è Vincenzo Spadafora, già Garante dell’infanzia e adolescenza e nello staff di Francesco Rutelli quando era ministro della Cultura, dal 2016 braccio destro di Di Maio. In corsa anche Emilio Carelli. Alla Giustizia il M5S vuole Alfonso Bonafede. Ma è più probabile che la spunterà la leghista Giulia Bongiorno, avvocato penalista già eletta con An. La Lega punta anche al ministero delle Politiche Agricole e propone Nicola Molteni, presidente della Commissione speciale della Camera.

Il capogruppo della Lega alla Camera Giancarlo Giorgetti, vera mente di via Bellerio, sarà sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. All’Ambiente Simona Bordonali della Lega (ex assessore regionale in Lombardia). Anche la guida del ministero della Sanità andrà al Carroccio quasi certamente con Lorenzo Fontana. Istruzione ai 5 Stelle, ma il nome non è stato ancora deciso. Instratutture-Trasporti per la Lega, in corsa due nomi: Armando Siri e Giuseppe Bonomi. Al ministero del Turismo e degli Affari Regionali il capogruppo della Lega al Senato Gianmarco Centinaio. Il partito di Salvini, infine, avrà anche (ma il nome non c’è ancora) il nuovo dicastero Famiglia e Disabilità e le Politiche Ue (rapporti con l’Europa).

Ti potrebbero interessare anche:

Fine corsa, la parola ai bookmakers. Che puntano forte sul M5S
Falso in bilancio,Alfano cambia idea, “il governo andrà avanti”
De Magistris, applausi e stretta di mano con il Prefetto
Renzi annuncia, taglio la Forestale.Dopo la riforma resteranno quattro forze
Caso Salvini a Napoli, il sindaco De Magistris alza i toni
M5s, parlamentarie a metà gennaio



wordpress stat