| categoria: litorale

INTERROGAZIONE SU EROSIONE COSTA MARINA MINTURNO

minturno «Lo abbiamo sempre saputo che l’intervento per salvaguardare la costa di Marina di Minturno tra Monte d’Argento e il fiume Garigliano, saldato dalla Regione Lazio con un milione e quattrocentomila euro di soldi pubblici, non sarebbe stato risolutivo». A dichiararlo è la consigliera regionale del Lazio del Movimento 5 Stelle Gaia Pernarella che nei giorni scorsi, insieme alla capogruppo Roberta Lombardi e ai colleghi Valentina Corrado, Silvia Blasi, Francesca De Vito, Marco Cacciatore, Loreto Marcelli e Valerio Novelli, ha depositato un’interrogazione sull’erosione della costa rivolta al presidente della giunta, Nicola Zingaretti, e all’assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità, Mauro Alessandri. Nell’interrogazione, fa sapere, si chiede: «qual’è lo stato del progetto sia per quanto riguarda la sua realizzazione che le condizioni attuali; di verificare le motivazioni per cui a distanza così ravvicinata dal collaudo dell’opera si siano verificati cedimenti; quali interventi si intendono intraprendere per garantire la tutela della linea di costa e delle strutture e infrastrutture che rischiano di essere coinvolte. »Come immaginavamo e d’altronde numerosi studi confermano – spiega Pernarella – i pennelli rigidi installati su quel tratto di costa non hanno risolto in alcun modo il problema, semmai lo hanno aggravato in modo sconcertante nel tratto immediatamente successivo all’intervento«.

Ti potrebbero interessare anche:

CIVITAVECCHIA, da quattro mesi senza stipendio. Protestano i lavoratori edili del porto
FIUMICINO/ Testa di Lepre sede di un nuovo mercato ortofrutticolo?
Fregene spegne la musica. Cartellino rosso al Janga
L'INTERVISTA/ Polillo: "Sabaudia a fondo senza una politica di marketing turistico
Grandi nomi nella città delle dune Giovanni Caccamo, una voce per “Sabaudia in passerella"
Cusani contro Cusani, quel pasticciaccio brutto di Sperlonga



wordpress stat