| categoria: sport

DECISIONE DEL TRIBUNALE,IL VICENZA È DI RENZO ROSSO

È arrivata nella tarda mattinata di oggi, in Tribunale, l’ufficialità dell’assegnazione del Vicenza Calcio Spa, dichiarato fallito lo scorso gennaio e che ha chiuso il concordato l’altro giorno, all’imprenditore vicentino Renzo Rosso della Diesel, la cui offerta è stata anche l’unica, dopo due aste andate deserte, presentata da cordate o gruppi intenzionale a rilevare il club. In Tribunale non sono state forniti ulteriori dettagli ma secondo indiscrezioni, già trapelate nei giorni scorsi, la famiglia Rosso, attraverso la holding Otb Spa, avrebbe inserito nella busta un’offerta pari a 1,1 milioni di euro, che prevede l’acquisto del solo ramo d’azienda, senza il titolo sportivo della serie C, potendo Rosso già contare dello stesso con il Bassano Virtus. L’offerta è stata ritenuta congrua dal Tribunale, che ha vagliato anche il resto della documentazione, ritenendola idonea. Con i soldi di Rosso il Tribunale ha pagato tutti i costi della gestione provvisoria, condotta dal curatore fallimentare Nerio De Bortoli, nel periodo compreso dal 18 gennaio sino al 29 maggio. «Mister Diesel» potrà ora procedere con l’incorporazione con il Bassano Virtus, di cui è stato presidente (carica poi coperta dal figlio Stefano) e patron per 22 anni. Questa operazione prevede anche l’accorpamento dei settori giovanili delle due società calcistiche.

Ti potrebbero interessare anche:

FISCO/ Il legale di Maradona: nessuna rateizzazione con Equitalia
Eurobasket, l'Italia fa il poker. Piegata anche la Grecia
CurvaLazio, disertiamo lo stadio fino a fine stagione
Frasi razziste, la Uefa squalifica Tavecchio per sei mesi
Sorride l'Udinese, 1-0 al Frosinone
Azzurri: Lippi dice sì a Tavecchio, martedì incontrano Ventura



wordpress stat