| categoria: In breve

Trasporto all’estero: cosa utilizzare per farlo al meglio

pacchiNella vita di ognuno di noi può capitare di trovarsi di fronte alla necessità di spostarsi all’estero per motivi di lavoro o per altre situazioni. Tra le tante cose da organizzare, oltre al viaggio, ai documenti necessari e alla ricerca della nuova casa, c’è da considerare il fattore del trasporto delle nostre cose.

Quanti pacchi ci ritroveremo a dover gestire? Il rischio è di perdersi nelle cose da spedire, oltre al fatto che può capitare che trasportatori disonesti decidano di aprire pacchi. Un ottimo modo per cautelarsi da sguardi indiscreti è quello di chiudere i pacchi utilizzando la carta gommata che è un vero e proprio sigillo di garanzia perchè non può essere rimossa se non tagliata. Per fare ciò è possibile acquistare carta gommata su EmmeCinque.

Le tariffe e i tempi variano in base al Paese di destinazione, così come i documenti da allegare per il passaggio alla dogana. Solitamente però un pacco inviato arriva entro 5 giorni dalla spedizione.

Spedire un pacco all’estero, comunque ha un costo minimo di circa 30 euro. Quando si spedisce un pacco per la prima volta non si ha ben chiaro quali siano gli oggetti che vi si possono inserire all’interno. Calcolando i tempi che avrà il pacco a giungere a destinazione è possibile spedire del cibo, questione che sta a cuore a molti.

Non è infatti vietato inviare generi alimentari all’estero, dal momento che il quantitativo contenuto nel pacco non viola le norme stabilite di igiene. Ovviamente si devono inviare alimenti che non siano deperibili e che non abbiano bisogno di metodi di conservazione che richiedano l’abbassamento della temperatura. Non bisogna poi dimenticare di considerare la dogana. Fate particolare attenzione specialmente se il contenuto è soggetto a particolari restrizioni (vedi i prodotti alimentari o gli oggetti di valore).

Durante l’imballaggio è bene usare cartoni integri e privi di etichette.  Ogni oggetto va riposto in una scatola di cartone che deve essere perfettamente integra e priva di graffi e buchi. In caso contrario il corriere espresso può rifiutare il pacco e non eseguire la spedizione. Se ritieni che gli oggetti da spedire potrebbero rompersi facilmente, proteggili usando il polistirolo o il pluriball. Questi due materiali hanno la principale caratteristica di attutire ogni colpo ed evitare spiacevoli rotture durante il trasporto.

Ci sono altri due aspetti che devi tenere in considerazione mentre stai imballando un pacco. Uno riguarda la sigillatura: metti il nastro adesivo in modo che il pacco non si apra per nessun motivo al mondo. A tal proposito ti consigliamo di utilizzare molto nastro da imballaggio, passandolo più volte per sigillare tutte le fessure. Se ti è possibile, poi, non mettere il nastro a mano ma usa gli appositi dispenser che lo fanno aderire perfettamente al cartone. Nelle video guide che seguono puoi vedere come applicare correttamente il nastro adesivo da imballaggio, che renderà la scatola anche più resistente.

Ti potrebbero interessare anche:

PRIVACY/ Il garante: gli archivi giornalistici on line devono essere sempre aggiornati
Sicurezza stradale, i pedoni sono le vittime maggiori di incidenti
Ancora sciopero alla Lavazza. I sindacati: la tazzina è stracolma
FOCUS/ Telecom, Vivendi contro tutti e vince. Niel avvertito
SCHEDA/ Corea del Nord, in vent'anni la gittata dei razzi è passata da 100 a 10mila km
FRANCIA: MACRON INTERROMPE VACANZA SULLA NEVE E RIENTRA ALL'ELISEO



wordpress stat