| categoria: sanità

Long-Term Care, a luglio gli stati generali dell’Assistenza a lungo termine

E’ in programma l’11 e il 12 luglio al Ministero della Salute Long-Term Care THREE, edizione 2018 degli Stati Generali dell’Assistenza a lungo termine.

La due giorni di Italia Longeva si propone annualmente come un’occasione di incontro e di confronto tra stakeholder e decision maker in rappresentanza di Istituzioni centrali e territoriali, Regioni, ASL, AO, Associazioni di medici e pazienti, Società scientifiche ed aziende private del comparto farmaceutico-sanitario (oltre 700 annualmente le presenze).

Obiettivo dell’incontro
Consentire ai principali attori pubblici e privati del mondo della Sanità di condividere buone pratiche e percorsi virtuosi nell’ambito della presa in carico di pazienti fragili con patologie a decorso cronico per promuovere e favorire il ripensamento, in ottica di efficacia e di sostenibilità, dei modelli di organizzazione sanitaria della Long-Term Care.

Target
Assessori e Direttori Generali di Dipartimenti Sanità e Politiche Sociali Regionali, ASL, Distretti, Aziende ospedaliere e strutture di ricovero pubbliche e private, IRCSS, Società scientifiche, Associazioni mediche e professionali, Associazioni di pazienti, Associazioni di cittadini, Top Manager della business community di riferimento.

Key Topic
– Piano Cronicità e sue declinazioni sul territorio
– Finanziare la LTC: modelli di governance del farmaco e dell’innovazione, LEA, sanità integrativa, PPP, health impact – bond
– Innovazione tecnologica ed organizzativa a supporto della LTC
– FSE, Big Data analytics, privacy e politica del dato
– Silver economy
– Primary Care e Value Based Medicine
– Immunizzazione dell’adulto anziano: criticità e proposte
– Presa in carico, PDTA, continuità ospedale-territorio: best practice
– ADI – RSA – Palliazione: buone pratiche nei setting assistenziali delle patologie a decorso cronico
– Presa in carico del Dolore nell’anziano
– Presa in carico del Diabete nell’anziano
– Presa in carico del Cancro nell’anziano

Nel corso dell’evento verrà presentata l’Indagine 2018 sull’ADI in Italia, con la quale allargheremo l’analisi del servizio alle Regioni che non abbiamo preso in esame nell’Indagine 2017 “La Babele dell’Assistenza Domiciliare in Italia: chi lo fa come si fa” e andremo a “scavare” nella “Babele” emersa lo scorso anno con l’obiettivo di individuare modelli organizzativi del servizio che – nell’ambito di una gestione fondata su una metrica comune e sulla base dei dati di esito sull’assistito e dei dati di costo – risultano innovativi, sostenibili, efficaci e replicabili.

Ti potrebbero interessare anche:

Trema la sanità pubblica in Sicilia, si indaga su una gara da 41 milioni per la fornitura di pannolo...
Addio studio privato, un dentista su tre finisce "impiegato"
Fuga dalla sanità pubblica per dodici milioni, colpa di ticket e liste d'attesa
Alle Regioni 70 milioni su assistenza ad alunni con disabilità fisiche o sensoriali
Oms, tassa su bibite zuccherate può ridurre obesità e diabete
Errori medici per un paziente su 10, da Oms un piano



wordpress stat