| categoria: sanità Lazio

Ambufest, la Asl Roma 6 apre un nuovo ambulatorio nei fine settimana

Un altro ambulatorio di cure primarie si aggiunge alla rete “Ambufest” della Asl Roma 6: da sabato 7 luglio, infatti, anche i cittadini di Pomezia e Ardea avranno a disposizione una struttura di assistenza sanitaria per patologie non gravi, aperta nei fine settimana. Si tratta dell’ambulatorio di via dei Tassi a Tor San Lorenzo (Ardea), aperto sabato, domenica e nei giorni prefestivi e festivi, dalle 10:00 alle 19:00.

Tutti i pazienti, a prescindere dalla Asl di appartenenza, possono accedere recandosi nella sede ambulatoriale o contattando il numero 06.570600 della Centrale di ascolto della guardia medica-continuità assistenziale.

“La medicina d’iniziativa e la continuità assistenziale sono i pilastri del nuovo modello di promozione e tutela della salute dei cittadini, per la cui realizzazione è necessaria una piena integrazione della rete sociosanitaria territoriale”, spiega il Direttore Generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda. “L’obiettivo del progetto dunque è dare continuità alle cure primarie, garantendo risposte appropriate ai bisogni di salute dei cittadini affetti da patologie croniche o di coloro che non necessitano di interventi di emergenza-urgenza, attraverso l’apertura degli ambulatori nel fine settimana anche nel distretto di Ardea e Pomezia”.

Gli Ambufest della Asl Roma 6

Anzio – Villa Albani, via Aldobrandini 32, tel. 0693276361

Ardea – Via dei Tassi, tel. 06570600

Ariccia – Presidio “L. Spolverini”, via delle Cerquette 2, tel. 0693273472-2931

Nettuno – Poliambulatorio “Barberini”, piazza San Francesco, 4, tel. 0693276522

Le prestazioni

Disturbi muscolo scheletrici: lombalgia, rachialgie non traumatiche, distrazioni muscolari, sintomatologie algiche muscolari.

Dermatologia: punture di insetto senza reazioni sistemiche, rush cutanei iatrogeni e orticaria di modesta entità, dermatiti superficiali, prurito diffuso senza manifestazioni cutanee generalizzate, verruche, nevi, herpes simplex, micosi, foruncoli, cisti sebacee flogosate e non, paterecci, unghie incarnite, alopecia, eritema solare o da lampada, idrosadenite, cisti pilonidale, parassitosi cutanea, malattie esantematiche, tumefazione ghiandolare non complicata, ustione di primo grado ad estensione limitata, ferite superficiali che non necessitino di sutura, esiti di ferite, abrasioni, rimozione di punti di sutura, medicazioni.

Oculistica: congiuntiviti, patologie palpebrali e degli annessi oculari, escluso corpo estraneo.

Otorinolaringoiatria: Otiti, acufeni, riniti, faringo – tonsilliti e altre flogosi minori, epistassi pregressa e non in terapia anticoagulante. Odontalgia, stomatiti, gengiviti, afte.

Urologia: Infezioni vie urinarie, uretriti, vaginiti, colica renale addominale, sostituzione di catetere vescicale (in presenza di infermiere).

Ginecologia: Patologie ginecologiche minori; test gravidici di esclusione.

Gastroenterologia: GERD, gastroenteriti acute non complicate, sindrome dispeptica, singhiozzo, stipsi cronica, sindrome emorroidaria.

Flogosi delle vie respiratorie: Sindromi influenzali, febbre inferiore a 38°C senza complicanze, rialzo pressorio asintomatico ansia, crisi di panico.

Ti potrebbero interessare anche:

Salute mentale, le associazioni: «Serve al più presto una regionale»
Azione collettiva per il diritto dei malato di Alzheimer al recupero delle quote di degenza
ODONTOIATRIA/Perdere i denti o affidarsi al mercato?
Idi, "no alla vendita separata del gruppo"
Arrivano 36 assunzioni alla Asl di Latina
Scoppia il caso Anagni, punta da una calabrone, muore per shock anafilattico. Ma l'ospedale non c'è ...



wordpress stat