| categoria: sanità Lazio

La Asl Roma 6 pronta ad assumere 6 nuovi primari

Mostarda: “Continua il reclutamento di eccellenze per il Nuovo ospedale dei Castelli

In volata verso il Nuovo ospedale dei Castelli. Dopo l’assunzione dei quattro primari di Pronto Soccorso, Ginecologia e Ostetricia, Chirurgia generale e Medicina interna dello scorso marzo, il reclutamento di professionisti destinati alla nuova struttura, va avanti. Questa volta con i nuovi concorsi per conferire gli incarichi dei primari di Psichiatria, Pediatria, Anestesia e Rianimazione, Radiodiagnostica, Ortopedia e Endoscopia digestiva. La Asl Roma 6 dunque torna ad assumere primari dopo dieci anni di rigido blocco del turn over.

“Si tratta di incarichi apicali, che saranno cruciali per garantire un’assistenza sanitaria di alto livello a tutta la popolazione del territorio”, dice il Direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda. “Questo provvedimento, recentemente autorizzato dalla Regione Lazio, è figlio del Piano di riorganizzazione, riqualificazione e sviluppo del Sistema Sanitario Regionale: quelli passati sono stati anni segnati da sacrifici pesanti ma necessari, grazie ai quali la Sanità del Lazio ha scongiurato il default e si avvia ora verso la fine del commissariamento straordinario. Finalmente stiamo raccogliendo i frutti di una fase difficile e possiamo ricominciare a investire: questo significa sviluppo, cure più veloci e servizi migliori per tutti i cittadini”.

Ti potrebbero interessare anche:

Zinga, l'ennesima rivoluzione annunciata in Sanità. Ma nasce vecchia e non si può fare
CEM/L'occupazione continua. Intanto si cerca una convenzione per garantire il personale fino ad apri...
LA DENUNCIA/ Assotutela, al San Camillo mancano anestesisti-rianimatori
IL PUNTO/ L'Agenas spiega perchè la sanità di Zingaretti non esce dal tunnel
Sembrava destinato all'oblio, rinasce il San Filippo Neri
Lombardi (M5s): S. Filippo Neri simbolo fallimento. Replica la Regione: non sa di cosa parla



wordpress stat