| categoria: sport

CALCIO: TRASTEVERE INSEGUE DI NUOVO SERIE C, MA SERVE CAMPO

«Speriamo di fare il balzo nei professionisti ma stiamo ancora cercando, a Roma, una struttura idonea, cosa non facile». Nel giorno della presentazione delle nuove maglie, belle perché d’ispirazione vintage, il presidente del Trastevere Pier luigi Betturri torna a parlare di un tema, quello della mancanza d’impianti adeguati, che nella capitale sta a cuore, in quanto finora penalizzante, a tutti i club, non solo calcistici, che vorrebbero fare passi in avanti. Il sogno del Trastevere sarebbe di ripercorrere, almeno in parte, il cammino del Chievo, squadra di quartiere arrivata in serie A («ci accontenteremmo, almeno per ora, della terza serie, anche se avremo rivali forti come Latina, Racing Aprilia ed Albalonga»), ma serve un impianto all’altezza, perché il Trastevere Stadium di via Vitellia è buono al massimo per la serie D, ovvero il torneo che, dal 2 settembre, vedrà di nuovo protagonista il team del Rione che porta sulle maglie il simbolo della Comunità di Sant’Egidio, con cui c’è un legame speciale. il sogno è recuperare lo stadio Flaminio, per il quale si è rifatta avanti la federazione rugby, ma tutto è ancora in divenire, e anche lontano da una soluzione. Le parole di Betturri sono state l’assist per il direttore generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli: «La presentazione delle maglie del Trastevere è per me un appuntamento fisso con un club arrivato ancora una volta a un passo dalla Lega Pro – ha detto -, cosa della quale saremmo stati tutti felici». Rivolgendosi ai bambini in maglia amaranto intervenuti alla presentazione, Ghirelli ha aggiunto: «Noi adulti vi abbiamo tolto la bellezza di giocare nelle strade e nelle piazze e penso che questo abbia contribuito ad allontanare i giovani dal calcio perché questa mancanza fa perdere l’identità territoriale. Il rione era il luogo dove si costruivano esperienze positive, giocare in strada è un tratto distintivo di tanti ex bambini che oggi sono bravi calciatori». «Parlare di calcio col Trastevere ci fa vedere un calcio sì di risultati, ma anche un calcio romantico, di valori, dà una visione che ce lo fa ancora considerare lo sport più bello al mondo», è stato invece il commento del presidente del Coni Lazio, Riccardo Viola.

Ti potrebbero interessare anche:

Roma: è arrivato Maicon
Calcio, Fiorentina gioca e spreca, L'Udinese vince 1 a 0
SOCHI/ La Kostner guida l'Italia in finale, compleanno speciale
Andersomn show a Torino e la Lazio è terza da sola
Inzaghi litiga con i giocatori: "Indegni". E Berlusconi voleva esonerarlo
Empoli, non basta Krunic, Lazio vince in rimonta



wordpress stat