| categoria: litorale

Sperlonga, quattro indagati per la ragazza morta in piscina

550x190x3851490_1221_fotopiscinaok_jpg_pagespeed_ic_x5-Zt9LTvbCi sono quattro indagati con l’accusa di concorso in omicidio colposo per la morte di Sara Francesca Basso, la ragazza di 13 anni che ieri è stata aspirata dal bocchettone della piscina al Virgilio Grand Hotel di Sperlonga. Era in vacanza con i familiari ed era residente a Supino ma frequentava l’istituto comprensivo “Campo Coni” nel capoluogo ciociaro. La Procura di Latina ha aperto un fascicolo nei confronti dell’amministratore della società che gestisce l’albergo, dell’ex proprietario, del costruttore della piscina e del responsabile della manutenzione.

Si cerca di capire anche perché non ci fosse il bagnino – ma la vasca è alta 1,5 metri – mentre domani alle 15 sarà conferito l’incarico per l’autopsia. Inutile il tentativo di un turista americano di salvare la ragazzina perché, mentre l’uomo cercava con tutte le forze di tirarla a sé, la giovanissima aveva già bevuto tantissima acqua.

Nonostante la tempestività della macchina dei soccorsi e la successiva rianimazione intentata dai sanitari, la 13enne è deceduta poche ore dopo, alle 4 di questa mattina, prima di essere stata trasportata in eliambulanza al policlinico “Gemelli” di Roma.

Un episodio assurdo sul quale stanno indagando già da ieri i carabinieri della locale stazione, che hanno sequestrato la piscina e il vano pompe.

La salma della ragazzina è a disposizione dell’autorità giudiziaria per chiarire se Sara possa avere avuto un malore prima di annegare. I militari della stazione di Sperlonga hanno ascoltato i numerosi presenti, compreso il turista americano che per primo ha soccorso la ragazza.

Ore di cordoglio e dolore non solo a Sperlonga ma anche e soprattutto a Supino, dove la ragazza viveva assieme alla madre e alla sorellina

Ti potrebbero interessare anche:

FIUMICINO/ La barista reagisce alla rapina bandito ucciso a coltellate. Per 350 euro
OSTIA/Lungomare, tutti a piedi o in bici
CIVITAVECCHIA/Addio (o arrivederci) alla statua del bacio
Ostia, Sabella non molla: «Dieci varchi il 1° maggio. Pronti a revocare le concessioni»
Migranti, i sindaci di Ladispoli e Cerveteri mettono le mani avanti
SPERLONGA/ Corte dei Conti sull’hotel di Cusani: “Danno erariale da 600mila euro”



wordpress stat