| categoria: sanità

È MORTO L’EMATOGO MANDELLI, UNA VITA CONTRO LA LEUCEMIA

264c4b24d5cd4b44a54d0e3954aa64fe È morto l’ematologo Franco Mandelli. A darne notizia è stata, sulla sua pagina Fecebook, l’Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma Onlus (Ail). «Addio al nostro Presidente Professor Franco Mandelli, una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà. Anima della nostra organizzazione di cui era Presidente Onorario e fondatore del Gimema. Ha pubblicato più di 700 studi scientifici. L’Ail tutta su stringe con riconoscenza e grande affetto alla sua famiglia. Mandelli (Bergamo, 12 maggio 1931) si è spento oggi a Roma, all’età di 87 anni. Medico ed ematologo, presidente del Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto (Ginema), oltre che dell’Ail, Mandelli ha incentrato la sua attività clinica e di ricerca sulla cura delle leucemie e dei linfomi, dedicando le sue energie in particolare al linfoma di Hodgkin e alle leucemie acute. È stato promotore di numerose campagne per raccogliere fondi a favore delle leucemie e per finanziare la ricerca scientifica. L’ematologo ha ricevuto nel 1987 dall’Accademia Nazionale dei Lincei il ‘Premio Nazionale per l’Oncologià; nel 2001 ha ricevuto il premio ‘Adriano De Zan’. Mandelli è stato insignito (1987) della Medaglia d’oro ai benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte; è stato fatto (1993) Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana e ha ricevuito (2003) la Medaglia d’oro al merito della sanità pubblica.

Ti potrebbero interessare anche:

Ticket, +40% in un anno, il 55% degli assistiti si paga le cure
Controlli dei Nas in 100 case di riposo, denunce e sequestri
STAMINALI/ Mamma di Sofia alla Lorenzin: venga a vederla, non le spezzi il futuro
Eutanasia anche per i minori, primo sì in Belgio
Aifa caos, il direttore generale deve restituire 700mila euro?
L’INTERVENTO/BURN OUT IN NIGERIA, AI CONFINI DELL’ITALIA



wordpress stat