| categoria: Dall'interno

IN 300MILA ALLA NOTTE BIANCA DELL’ADRIATICO A PESCARA

La Notte Bianca più affollata di sempre, almeno 300.000 persone in città, secondo le stime del comune di Pescara, per assistere agli eventi in corso sui 9 km di riviera chiusa. Questo il primo bilancio, all’alba della quarta Notte Bianca dell’Adriatico, tra eventi, spettacoli, intrattenimento e ricettività. Loredana Bertè, Irene Grandi, Alborosie, Noyz Narcos, Frah Quintale, e poi ancora Burlesque, teatro dialettale, pizzica, sport, marching band, tutto in una notte: strade colme, piazze piene, stabilimenti balneari ovunque operativi, arrivi da ogni parte d’Abruzzo. Queste le tante immagini della speciale piazza lineare. Tutto nella massima sicurezza e tranquillità senza registrare emergenze o situazioni critiche. «Ringrazio tutte le persone che ci hanno scelto. Abbiamo superato le 250.000 del 2017, secondo un primo bilancio delle presenze che ieri notte, fino all’alba hanno invaso le riviere, il centro cittadino, i locali», dice l’assessore comunale a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi.Su tutta la Riviera del capoluogo adriatico, dal tramonto all’alba si sono susseguite manifestazioni e concerti, sin dal concerto di avvio dell’evento che è stato quello di Loredana Bertè che da vera divina del rock italiano ha riempito non solo l’Arena del Mare, ma tutta l’area della Madonnina di persone venute ad applaudire il suo nuovo corso musicale, che ha viaggiato insieme ai successi di sempre. Pubblico impressionante anche per i Noyz Narcosalle Naiadi, piazzaforte Arci e una delle mete dedicate alla musica per giovanissimi, i rapper hanno fatto ballare migliaia di ragazzi, com’è successo all’ex Cofa dal pomeriggio e in crescendo per gli attesissimi Frah Quintale e Alborosie, che si sono esibiti dall’ una in poi. In tantissimi anche nel cuore della riviera, allo Stadio del Mare per gli show di Vincenzo Olivieri ed Edoardo Leo. Poi una energica Irene Grandi ha chiuso in bellezza.

Ti potrebbero interessare anche:

REGGIO CALABRIA/Sequestrati 215 chili di cocaina nel porto di Gioia Tauro
Incidente sulla Roma-Pescara, auto travolge operai al lavoro: tre morti
Ariccia, torna la maledizione del “ponte dei suicidi”: scultore scavalca e si toglie la vita
Ronciglione, donna trovata morta nel congelatore di casa
E' morto l'archi-urbanista Benevolo, teorico delle nuove periferie
Neve e ghiaccio devastano l'agricoltura. Distrutte le coltivazioni all'aperto



wordpress stat