| categoria: litorale

SEQUESTRATE A TERRACINA STRUTTURE NON AUTORIZZATE STABILIMENTO BALNEARE

La polizia di Stato di Terracina ha sequestrato alcune strutture non autorizzate e di forte impatto visivo presso lo stabilimento balneare ‘Stella marinà del litorale terracinese. L’operazione è stata gestita in collaborazione con i militari della capitaneria di Porto, nell’ambito di un’attività di controllo sugli stabilimenti balneari del litorale. Tra le strutture sotto sequestro: Un container in ferro posto sull’arenile per la futura realizzazione di un chiosco/bar; un locale prefabbricato in legno di circa 90 metri quadrati adibito a bar, cucina per ristorazione e spogliatoio per i dipendenti; due grandi tettoie in legno, rispettivamente di circa 40 e 100 metri quadrati; una struttura in legno rialzata, nella quale era stata incassata una piscina prefabbricata in pvc, con superfice complessiva di circa 100 metri quadrati . I due gestori dell’attività, affidatari nella gestione della concessione demaniale marittima, sono stati segnalati alla competente Autorità giudiziaria per innovazioni abusive e violazione delle norme paesaggistiche ed urbanistico/edilizie.

Ti potrebbero interessare anche:

FIUMICINO/ Maltempo, unità medica per interventi e distribuzione di farmaci
Corte dei Conti, il procuratore: “Malavita nel litorale del Lazio”
Blitz dei vigili, sgomberato l'accampamento rom nell'ostello di Ostia
Sostenibilità, energia dal mare. Civitavecchia porto pilota
Sperlonga. Dieci querele del sindaco a due giornalisti
Arresti Sperlonga, Bussetti: «Pronti a costituirci parte civile»



wordpress stat