| categoria: sanità Lazio

Il mare come strumento di cura e integrazione

spiaggia villa albani 1 La Asl Roma 6 porta in spiaggia i pazienti di Villa Albani con disabilità psico-fisica

A partire da domani, sabato 28 luglio, i pazienti adulti con disabilità psico-fisica ospiti di Villa Albani ad Anzio, avranno la possibilità di trascorrere delle giornate al mare, accompagnati dal personale della Asl Roma 6 e dalle associazioni partner dell’iniziativa. Ad ospitarli sarà proprio il tratto di spiaggia in concessione alla Asl Roma 6, che quest’estate, dopo alcuni lavori di manutenzione torna ad essere fruibile.

Le giornate al mare si terranno due volte alla settimana, il lunedì e il sabato mattina, dalle 8 alle 12:00, da sabato 28 luglio a lunedì 27 agosto. I pazienti, che si alterneranno in gruppi da dieci, avranno a disposizione accompagnatori volontari, un servizio di trasporto, spazi attrezzati con lettini e ombrelloni e potranno usufruire delle attrezzature che consentono anche ai pazienti in carrozzina di fare il bagno.

“L’ospedale Villa Albani ha una tradizione storica di luogo terapeutico legato alle attività outdoor ed è questa vocazione che vogliamo recuperare, anche attraverso l’iniziativa che parte domani. La villa settecentesca che oggi ospita l’ospedale ha una storia affascinante”, spiega il Direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda, “dopo essere stata la dimora estiva del Pontefice Pio IX, al tramonto dello Stato Pontificio venne incamerata dal Demanio del nuovo Stato Italiano e diventò Pio Ospizio Eliomarino. Fu allora che cominciò a ospitare bambini poveri bisognosi di cure e di un clima favorevole allo sviluppo psicofisico”. Storicamente, dunque, le persone diversamente abili ricoverate presso la struttura hanno sempre svolto attività motorie nel parco della villa e, nel periodo estivo, nell’arenile in concessione all’azienda sanitaria. Quest’anno la direzione aziendale ha voluto fortemente ripromuovere la vocazione della villa come luogo di cura in cui i pazienti possano prima di tutto godere dei benefici dell’attività all’aria aperta e del contatto con la natura.

La realizzazione dell’iniziativa è stata possibile grazie alla preziosa collaborazione di Unitalsi sezione di Albano, che ha fornito dame e barellieri, il personale sanitario dell’ospedale Villa Albani, gli studenti del corso di laurea per Infermieri dell’Università La Sapienza sede di Anzio, la Uoc Integrazione sociosanitaria e Welfare di comunità della Asl Roma 6 e l’Associazione A.H.F. Onlus.

Ti potrebbero interessare anche:

Policlinico Umberto I, sciopero generale contro Alessio?
SANITA'/Sindacati a Zingaretti, aprire tavolo su San Camillo
Sette sindaci firmano una lettera aperta per salvare l'ospedale di Bracciano
Emergenza S.Lucia, filo diretto su Teleradiostereo2
Torrenova, Barillari (M5S), quella casa della salute è una scatola vuota
Sanità: Fials Roma, ambulanze Ares fatiscenti



wordpress stat