| categoria: Roma e Lazio

La Ue avalla l’operazione ruspe a Camping River, Salvini festeggia

Anche la Corte europea dei diritti dell’uomo, che martedì aveva sospeso lo sfratto su ricorso di tre occupanti, ha dato il suo avallo all’operazione voluta dal ministro dell’interno Matteo Salvini. La Corte ha spiegato che la decisione di ieri è «frutto delle informazioni ricevute dal governo e dal legale dei tre ricorrenti circa l’offerta di alloggio presso le strutture della Croce Rossa, offerta che è stata accettata». Va detto che la stessa Corte ha precisato all’Ansa che il caso resta aperto perché «non si può escludere che i tre nomadi possano proseguire la loro azione legale e chiedere di condannare l’Italia». Ma è una postilla che sull’asse Viminale-Campidoglio non ha destato particolare preoccupazione. Del resto il blitz di ieri mattina è scattato prima che i giudici ritirassero la sospensiva, motivato dal rischio di una «emergenza igienico-sanitaria». Anche la sindaca Virginia Raggi, che l’altro ieri ha incontrato Salvini al Viminale per mettere a punto l’operazione, ha cantato vittoria: «La Corte Europea ci dà ragione, lo sgombero al River è corretto». La «terza via» del M5S, dice Raggi, «è quella giusta per superare i campi rom». E l’altro vicepremier, il leader grillino Luigi Di Maio le fa eco parlando di «uno sgombero pacifico e legittimo».

Ti potrebbero interessare anche:

Rubano in casa dell'amico credendolo in vacanza, tre arresti
DIETRO AI FATTI/ Il nuovo scandalo dei maiali tra i rifiuti. Il Comune non sia timido e faccia la su...
TERREMOTO - Il sindaco di Amatrice: "Una tragedia. Si scava tra le macerie - [AUDIO]
Trecentomila al voto nel Lazio, Guidonia e Frascati le sfide più incerte
Piromani all'attacco, bruciate decine di auto a Roma Sud
REGIONE/ M5S PROPONE 17 MILIONI IN BILANCIO PER DIFFERENZIATA



wordpress stat