| categoria: turismo

Fresco e bagni d’acqua dolce, 5 luoghi da non perdere

16d27db8bac84f0619400857d260744bRelax e meraviglia sull’Appennino Tosco-Emiliano
Per chi d’estate preferisce la calma rifuggendo le lunghe code in autostrada e la lotta per un lettino in spiaggia, può comunque non rinunciare al fresco, all’acqua e, perché no, anche a un bagno. Una soluzione alternativa può essere infatti quella di prendere la via dei monti, farsi qualche tornante evitando ogni tipo di strada a scorrimento veloce, per poter trascorrere qualche giorno in totale relax immersi nella natura. Molte opportunità vengono offerte dall’arco appenninico Tosco-Emiliano dove, specialmente nel versante nord, le occasioni di affacciarsi su uno specchio d’acqua dolce fresca e pulita non mancano. Tra le varie soluzioni ne abbiamo scelto cinque tra quelle più interessanti, in cui una breve villeggiatura può essere accompagnata anche da attività come il trekking e l’utilizzo delle mountain bike, combinati a eventi artistici e gastronomici.

Lago Calamone (RE)
Si trova alle pendici del Monte Ventasso, nell’omonimo comune reggiano, ed è un invaso di origini glaciali, il lago naturale più grande di tutta la provincia. Oltre a essere caratterizzato da un panorama mozzafiato, spicca per la presenza di un tabernacolo eretto in un isolotto riflesso nelle acque oltre che per la fioritura, in questo periodo, di varie tipologie di ninfee, differenti anche per colorazione. Ci si arriva dalla strada statale del Cerreto, che collega La Spezia a Reggio Emilia, svoltando all’incrocio per Ramiseto e, da qui, salendo in direzione di Ventasso Laghi. Dalla fine della strada asfaltata in una decina di minuti a piedi si raggiunge il lago, dotato anche di un rifugio. Tra gli eventi in programma anche due camminate notturne sotto la luna piena programmate per il 28 luglio e il 22 settembre.

Molino del Pallone (BO)
Al confine tra il comune bolognese di Alto Reno Terme e la toscana Sambuca Pistoiese, Molino del Pallone offre una serie di attrazioni immerse nella natura. Grazie alla Pro Loco da anni viene allestita una spiaggia nel fiume Reno, in quel punto balneabile, con tutti i servizi: ombrelloni, sdraio, un piccolo bar e alcuni campi da beach volley. Non lontano da Porretta Terme, è facile da raggiungere anche in treno visto che la spiaggia dista poche decine di metri dalla stazione ferroviaria di Molino del Pallone, sulla linea Pistoia-Porretta. In estate vari sono gli eventi correlati tra cui, il 12 agosto, la Festa della Lasagna con spettacolo pirotecnico sul fiume.

Ponte di Casona (MO)
Ai confini del Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina a Guiglia, all’altezza del Ponte di Casona sul fiume Panaro, si trova una spiaggia naturale fluviale da anni scelta da una nicchia di emiliani come alternativa al mare. Molto facile da raggiungere da Vignola (A1 uscite di Modena sud o Valsamoggia), a Ponte di Casona ci sono varie aree parcheggio e la possibilità di mettere anche un telo lungo il fiume non manca. In molti fanno bagno e la temperatura dell’acqua in estate è perfetta. Da qui parte anche un percorso trekking che porta fino a Zocca, il paese di Vasco Rossi, e da lì ai Sassi di Roccamalatina prima di riscendere al fiume. Per chi volesse lungo fiume ci sono altri punti dove stare in relax al fresco come il parco fluviale di Marano sul Panaro.

Cerreto Laghi (RE)
Non lontano dal Monte Ventasso, al confine con la Lunigiana e a pochi chilometri dalla SS63, la località sciistica di Cerreto Laghi in estate si trasforma in una tranquilla stazione climatica dove a farla da padrona sono i suoi quattro invasi naturali. Uno di questi, il Lago del Cerreto, si trova proprio in mezzo al paese, lungo un viale fiorito e colorato. Il più grande è invece il Lago Pranda, nella parte bassa del paese, dove la pesca è libera e, se si ha fortuna, si possono anche prendere trote e lucci. Qui ci sono invece molti alberi dove stare al fresco e punti attrezzati per fare dei picnic. A fare da cornice sono i piccoli specchi d’acqua de Le Gore e e il Lago Scuro. In questo periodo si tengono escursioni quotidiane su una decina di percorsi censiti e sicuri, oltre a scuole di mountain bike dedicate ai bambini con possibilità di noleggiare in loco tutta l’attrezzatura.

Lago di Suviana (BO)
Pur non essendo indicato per la balneazione, il Lago di Suviana e il suo gemello di Brasimone, al confine con la provincia di Pistoia, sono una meta estiva piacevole per il relax. Ci sono varie spiagge dove potersi fermare in riva al lago e stare comodamente in costume. Si possono noleggiare pedalò, canoe o barche a vela e quindi divertirsi come se si fosse al mare, ma a ottocento metri sopra il suo livello. Un sentiero battuto censito dal Cai permette di circumnavigare tutto il lago e in vari punti ci sono aree attrezzate anche per i barbecue. Una gita a Suviana è facile da accoppiare a una vacanza relax in Appennino facendo una puntata anche a Molino del Pallone. Si arriva seguendo la strada statale Porrettana sia provenendo da Pistoia che da Bologna.

Ti potrebbero interessare anche:

Natale a Manfredonia, c'è il mercatino più originale del Gargano
Santa Maria di Castellabbate, carnevale a teatro
VENEZIA/ Isola Poveglia come Budelli, va asta
La via francigena in Toscana premiata a Verona
Egadi, modello pilota di turismo sostenibile
Sulla spiaggia di Montalbano, la Sicilia autentica



wordpress stat