| categoria: Dall'interno

CODE E RALLENTAMENTI, ESODO DA BOLLINO NERO SULL’ITALIA

Code, rallentamenti, incidenti e traffico sostenuto su tutta la rete autostradale, con il nuovo tutor a sorvegliare 22 tratte. L’esodo d’agosto segnalato con traffico da ‘bollino nerò per la mattina e ‘rossò per il pomeriggio, non ha smentito le attese. Come anche confermate sono state le previsioni di forte caldo su tutta l’Italia, con un’ondata di calore che ha colpito in particolare la Liguria, dove un’anziana è morta mentre si trovava in spiaggia, con il caldo come probabile causa. Sono stati tantissimi i vacanzieri che si sono messi in viaggio ed hanno sopportato i disagi di aver scelto uno dei giorni considerato di «fuoco» per gli spostamenti sulla Penisola. Confermando «l’abitudine tutta italiana – sostiene Coldiretti – di concentrare le partenze nel mese di agosto». Stando ad una analisi di Coldiretti/Ixe durante tutto il mese di agosto saranno 21 milioni gli italiani in viaggio per concedersi almeno un giorno di vacanza fuori casa con un aumento dell’1%, rispetto allo scorso anno. Nell’88% dei casi, sempre secondo Coldiretti, hanno scelto di rimanere nei confini nazionali. È il mare a fare la parte del leone per più di 6 italiani su 10 (62%), al secondo posto si classificano le città d’arte a pari merito con parchi, oasi, riserve e la campagna, seguiti dalla montagna. La durata media del tempo trascorso lontano da casa dai vacanzieri è quest’anno di 11,3 giorni e per quasi un italiano su quattro la durata, rileva Coldiretti, è compresa tra 1 e 2 settimane, ma c’è un fortunatissimo 2% che starà fuori addirittura oltre un mese. Le partenze sono condizionate dall’andamento meteorologico con il 74% degli italiani che guarda le previsioni per le vacanze: e se le ultime giornate prima del weekend hanno fatto registrare bombe d’acqua e grandinate, la domenica è stata più clemente. Tornando al traffico, il primo esodo di agosto vede in funzione anche il tutor, tornato attivo, dopo un periodo di fermo, il 25 luglio, ma con una veste rinnovata: Autostrade per l’Italia ha provveduto, infatti, ad attivare un nuovo sistema di rilevazione della velocità media, grazie a una serie di specifiche tecniche, a partire dall’indipendenza del software per il riconoscimento delle targhe. Le arterie più congestionate sono risultate le autostrade dell’Emilia Romagna, a cominciare dal nodo di Bologna; l’A22 del Brennero, con traffico intenso e code fin dal mattino che hanno interessato anche le statali che portano al Garda, in Val Pusteria, Venosta, Gardena e Badia; in Liguria sull’A10, in Veneto sull’A4 e sulla tangenziale di Mestre, in molti tratti dell’A1, in Puglia anche sulla statale 16, in uscita da Roma. Al Traforo del Monte Bianco in si è formata una coda in corrispondenza del piazzale italiano e di quello francese con tempi di attesa di circa 30 minuti in direzione della Francia e di circa un’ora e trenta minuti per l’ingresso verso l’Italia.

Ti potrebbero interessare anche:

Calci a un mendicante? Il sindaco di Sanremo nella bufera
Cremona, sindaco vieta concerto 99 Posse: messaggi violenti
Natale: Fipe, 7,3 milioni a ristorante, prenotazioni in crescita
Fuga di gas, crolla palazzina nel Savonese: cinque morti e un ferito grave ad Arnasco
Faro Antitrust su Tirrenia e Moby per le rotte verso la Sardegna
MILANO/ Tenta di rapire una neonata in clinica. Aveva abortito e non voleva perdere il fidanzato



wordpress stat