| categoria: In breve

USA: RICK GATES AMMETTE ‘REATÌ MENTRE LAVORAVA PER MANAFORT

Rick Gates, l’ex braccio destro di Paul Manafort, ammette di aver commesso reati mentre lavorava per lui. L’ammissione – riporta Fox News – è stata fatta durante una testimonianza nel corso del processo contro l’ex manager della campagna di Donald Trump. Manafort è in tribunale non per il suo ruolo durante la campagna o nell’ambito delle indagini sul Russiagate: contro di lui le autorità hanno mosso accuse di frode per il suo lavoro in Ucraina. Gates, che si è già dichiarato colpevole e ha deciso di patteggiare e collaborare con il procuratore speciale Robert Mueller, è ritenuto il testimone chiave del processo contro Manafort. «È stato coinvolto in attività criminale quando lavorava con Paul Manafort?» ha chiesto il procuratore Greg Andres a Gates. «Sì» è stata la risposta. «Ha commesso un reato?» ha chiesto ancora il procuratore. «Sì» ha risposto ancora Gates.

Ti potrebbero interessare anche:

FLASH ++ Allarme bomba al consolato americano di Milano ++
Scomparsi a Roma due giovani calciatori congolesi
CALCIO/ Maicon a rapporto da Garcia dopo il "taglio"dal Brasile
Cortina, cabinovia Tofana-Cinque torri, lotta contro il tempo
Gamba amputata in ospedale dopo una storta, 68 medici indagati
Grecia:xenofobi attaccano campo profughi



wordpress stat