| categoria: attualità

CROLLO PONTE: NEL 2006 L’IDEA DI CALATRAVA, LO RIPROGETTO IO

Era il 2006 quando l’archistar Santiago Calatrava si recò a Genova per incontrare l’allora presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando. E si candidò per disegnare e realizzare un nuovo ponte autostradale in acciaio sul torrente Polcevera: c’era l’ipotesi in quegli anni, al vaglio della società Autostrade e del Governo, di abbattere e sostituire il ponte progettato dall’ingegnere Riccardo Morandi e costruito negli anni ’60 dalla società Condotte. Calatrava presentò la sua «idea innovativa» per recuperare spazi di vivibilità in un quartiere invaso dal cemento: costruire il nuovo ponte in acciaio proprio sopra il vecchio viadotto ed usarlo poi per demolire l’opera sottostante, con l’uso di appositi carrelli che agganciano pezzi della struttura e li portano a terra. «Il nuovo ponte – spiegò l’architetto spagnolo – sarebbe molto più leggero e le carreggiate sarebbero divise in modo da lasciare filtrare la luce del sole a terra. I piedi del viadotto occupano 600 metri quadrati, per la nuova struttura ne basterebbero 50-60». E Aggiunse: «Vorrei presentare – registrano ancora le cronache di quell’anno – due o tre idee di ponti strallati e ad arco per poi fare scegliere il migliore, ma l’importante è che la struttura nasca in sintonia con il paesaggio, perchè quella valle è molto bella». Garantì poi che l’opera sarebbe stata realizzata in tre anni, uno per la progettazione e due per la realizzazione. L’idea di affidare il progetto a Calatrava piacque a Burlando (e nei giorni successivi la caldeggio con l’allora ministro Antonio Di Pietro) ma nel rispetto dei ruoli comunque precisò: «Naturalmente spetta ad Autostrade (oggi gruppo Atlantia) scegliere gli autori del progetto». Due anni dopo, a maggio 2009, quando dalla società Autostrade venne presentato il nuovo progetto della gronda autostradale da Voltri alla Val Polcevera, le cronache registrarono: «Non è previsto l’abbattimento del Ponte Morandi».

Ti potrebbero interessare anche:

Il Papa nomina vescovo il suo segretario, Georg Gaenswein
Il neo ministro Zanonato riapre al nucleare. E ripartono le polemiche
BELLUNO/Valanga di neve a Livinallongo, nessun coinvolto
Benigni e i 10 comandamenti: "Non rubare è stato scritto in italiano"
Alitalia minaccia di abbandonare Fiumicino, Ryair si fa avanti
Stangata per Apple: deve pagare 318 milioni di tasse all'Italia



wordpress stat