| categoria: salute

TOSSE? PROVA COL MIELE PRIMA DI BUSSARE AL MEDICO, NUOVA GUIDA GB

Hai la tosse? Compra un vasetto di miele prima di bussare alle porte del tuo medico di famiglia. È questo in sintesi il consiglio rivolto ai pazienti britannici attraverso una nuova guida stilata per il National Health Service (Nhs), il servizio sanitario nazionale, da esperti del Nice (National Institute for Health and Care Excellence) e della Phe (Public Health England). Il suggerimento è quello di provare prima a lenire il disturbo ricorrendo all’automedicazione con prodotti naturali come il miele o rimedi erboristici e medicine per la tosse, invece di aspettarsi subito la prescrizione di un antibiotico. Nella bozza della guida, i cui contenuti sono riportati dal ‘Telegraph’ online, si evidenzia che la maggior parte dei pazienti con una tosse acuta migliora entro 3 settimane senza alcun medicinale. Gli antibiotici, scrivono gli esperti, dovrebbero essere riservati ai casi persistenti, o ai pazienti a rischio di complicazioni per via di condizioni di salute già compromesse. L’invito a chiedere aiuto alle api e a ‘madre naturà prima che ai camici bianchi poggia su dati ed evidenze scientifiche: la guida cita una ricerca che dimostra come il miele – messo a confronto con un placebo – sia in grado di ridurre significativamente la frequenza e la gravità della tosse
Quanto ai ‘rimedi verdì viene ricordato che ci sono evidenze del fatto che medicine contenenti il pelargonium possano aiutare ad alleviare i sintomi. Così come potrebbero essere d’aiuto, continuano gli esperti, anche medicinali da banco con l’espettorante guaifenesina o il soppressore destrometorfano. «Se la tosse peggiora piuttosto che migliorare, o ci si sente molto male o senza fiato, allora si dovrebbe contattare il medico di famiglia», precisa Tessa Lewis, medico generico a capo del gruppo di esperti che si occupa di linee guida sulla prescrizione antimicrobica. L’intento dell’avviso, aggiunge Mark Baker, direttore del centro per le linee guida del Nice, è quello di «sottolineare che nella maggior parte dei casi, gli antibiotici non saranno necessari per il trattamento della tosse. Vogliamo che alla gente venga offerto un consiglio sulle alternative che possono aiutare ad alleviare i sintomi». Anche perché una recente ricerca diffusa dalla Phe sulle prescrizioni di antibiotici da parte dei medici di base britannici, segnala che 1 su 5 potrebbe essere inappropriata. «La resistenza antimicrobica è un problema enorme – conclude Susan Hopkins della Phe – e dobbiamo agire ora per ridurre l’uso» di questi farmaci

Ti potrebbero interessare anche:

Scoperta una molecola efficace contro gli attacchi di asma
Nuove prospettive per la cura del tumore dell'amianto
Contrordine, il cioccolato riduce rischio diabete alimentare
Il Botox può aiutare chi ha l'asma
Mirtilli salvacuore,una coppetta al dì riduce pressione alta
La mappa mondiale della medicina 'sbagliata', un quarto è inefficace



wordpress stat