| categoria: economia

NOZZE DIAMANTI-VETRO MURANO,DAMIANI ALL’89% DI VENINI

Nozze sempre più «preziose», quelle tra i diamanti della famiglia Damiani e la storica vetreria veneziana Venini. L’azienda di Valenza Po ha infatti sottoscritto interamente un aumento di capitale di 4 milioni di euro della fornace dell’isola di Murano, arrivando a oltre l’89% delle quote azionarie, dopo aver acquisito la maggioranza nel 2016. Fondata nel 1921 dall’avvocato milanese Paolo Venini e dall’antiquario veneziano Giacomo Cappellin, Venini Spa è il nome di riferimento nel mondo del vetro artistico. Vanta collaborazioni con artisti come Napoleone Martinuzzi, Carlo Scarpa, Vittorio Zecchin, e nel dopoguerra con Gio Ponti e Mimmo Rotella, fino a designer e architetti contemporanei del calibro di Peter Marino, Tadao Ando, Gae Aulenti, Massimiliano Fuksas, Ettore Sottsass. Tra i prodotti più noti, l’opera di vetro di Murano più pagata della storia, «La Sentinella di Venezia» del 1962, che ha raggiunto 737 mila dollari. Le creazioni Venini sono nei musei come il Metropolitan e il Moma di New York, la Fondazione Cartier di Parigi, il Victoria and Albert Museum di Londra. Il museo Venini raccoglie 45.000 disegni, 10.000 foto d’epoca e 4.000 opere d’arte. L’avvento della famiglia Damiani ha avviato in due anni un piano di sviluppo e le performance del brand, con vendite in aumento del 30%. Il nuovo innesto di capitale punta a ulteriori sviluppi commerciali, dopo le recenti aperture della boutique in via Montenapoleone a Milano e di Ginza a Tokyo. «Fra i prossimi obiettivi – afferma il presidente Guido Damiani – c’e sicuramente quello di entrare in maniera sempre più significativa nei mercati asiatici, oltre a rafforzare quelli di tradizione storica come l’Italia e gli Usa. Crediamo fortemente nella straordinarietà di Venini e nelle potenzialità di un brand che oggi torna a essere ambasciatore dell’eccellenza del made in Italy».

Ti potrebbero interessare anche:

Inps, disoccupazione e mobilita': richieste in crescita +26,4%
Electrolux bloccata, partono gli scioperi
Lavoro all'estero, la scelta migliore per la formazione dei giovani
Yahoo! taglia il 15% dei posti di lavoro. Chiude Milano
Mosca vende pezzi di aziende di Stato: Rosneft sul mercato
Istat: mercato del lavoro incerto, giovani laureati ma precari



wordpress stat