| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

La guerra dei cinghiali, controllarli spetta a Zingaretti

Saltiamo la genesi della questione e andiamo al sodo. Parliamo di cinghiali,ormai presenza fissa nelle periferie romane. Fanno il loro comodo anche sulla Cassia, dove abita il deputato Pd Filippo Sensi, non dimenticato portavoce di Matteo Renzi. Che li nota e twitta una forte denuncia, condita con una buona dose di ironia. Il web non aspetta altro, e lo sfottò/denuncia nei confronti del Campidoglio finisce molto lontano. Durissima la reazione degli uomini della Raggi, la replica è affidata all’assessore Pinuccia Montanari, quella che si occupa di rifiuti e ambiente in genere. Se i cinghiali rovistano tra i rifiuti significa che i medesimi sono in strada e non sono raccolti. Colpa dell’Ama? Macchè,
la denuncia va girata direttamente a Zingaretti, i cinghiali sono animali selvatici,la competenza degli animali selvatici (cervi, lupi, aquile) è della Regione, il fatto che razzolino in città e che si nutrano di rifiuti comunali non è vicenda in cui il Comune ha competenze e capacità di intervento. O meglio, lo farà con un protocollo d’intesa, che forse arriverà non appena i cinghiali si affacceranno su via del Corso, perché quelli della Cassia,di Spinaceto, dell’Aurelia e di Trigoria non sono sufficienti per stimolare l’intervento del Comune. C’è anche una spiegazione: “In mancanza di azioni efficaci degli uffici regionali per il controllo della popolazione dei cinghiali, stiamo concludendo un protocollo d’intesa con vari enti coinvolti, coordinato dalla Prefettura, per definire chi deve affrontare nell’immediato il problema e come deve farlo. Il nostro obiettivo è quello di arrivare prima possibile ad una soluzione concreta”. C’è da mettersi le mani nei capelli

Ti potrebbero interessare anche:

Rutelli riunisce il Consiglio nazionale dell'Api
EMERGENZA/ A Fiumicino arriva l'esercito
I gestori delle sale da ballo in rivolta: pronti a restituire le licenze
ALLARME BCE/ Tirata d'orecchi a Renzi. Deficit dell'Italia, obiettivo a rischio
Vigili assenti a Capodanno: primo rinvio a giudizio per falso
La "conversione" di Bertolaso: ora tolleranza zero sui rom



wordpress stat